Home / Attualità / Bonus Spesa, Stasi: «Erogato il 70%» ma tanta gente lamenta ritardi e mancate erogazioni. Qual è la verità?

Bonus Spesa, Stasi: «Erogato il 70%» ma tanta gente lamenta ritardi e mancate erogazioni. Qual è la verità?

Rispetto all’erogazione dei sussidi sembrano discordanti le voci del palazzo con quelle del popolo. Intanto il report della Prefettura parla di una spesa media pari al 36%

di Josef Platarota

La Prefettura di Cosenza nella giornata di ieri ha lanciato l’allarme: solo il 36% dei Comuni ha erogato le risorse stanziate dal Governo per il bonus alimentare. Ma non solo, dagli uffici cosentini è venuta fuori un’informativa che, delle 215mila famiglie aventi diritto, solo l’8% ha avuto accesso ai contributi. (leggi anche Comuni inadempienti, allarme Prefettura: «Finora erogato solo il 36% delle risorse stanziate dal Governo»).

Nella serata di ieri, puntuali, sono arrivate le dichiarazioni del primo cittadino di Corigliano Rossano, Flavio Stasi. «Mi sembra di aver letto un report della Prefettura che sostiene come, relativamente ai fondi per il bonus alimentare, i comuni della Provincia di Cosenza siano riusciti ad erogare in media il 36%. Noi, oltre ad essere stati tra i pochissimi comuni in grado di avviare l’erogazione prima di Pasqua, allo stato attuale siamo quasi al 70%, e ci avviamo alla erogazione delle cifre restanti. Si può sempre fare di meglio, ma si poteva fare anche molto, molto peggio».

Queste le dichiarazioni Facebook nell’ormai celebre #HoQualcosaDaDirvi del Sindaco ausonicobizantino.  Non mettendo in dubbio la buonafede di Flavio Stasi e del suo impegno alla causa del contrasto al Covid-19, da cronisti ci corre l’obbligo di constatare ed evidenziare la realtà dei fatti. Come? Semplicemente facendo il più ed il meno tra le voci del palazzo e quelle del popolo. Che oggi, almeno su questo particolare aspetto dei bonus, sono in contrasto.

Fermo restando che il 70%, in confronto al 36% registrati in alcuni Comuni della Provincia, è una percentuale lusinghiera. Ma il problema è che, dati allo mano, sono stati erogati circa 400mila euro su 717mila: poco più del 50%, i conti non tornano del tutto. C’è, ed è reale, un malessere di fondo che sta coinvolgendo una parte della popolazione e che si manifesta, spesso e sovente, anche attraverso le tante segnalazioni che si leggono quotidianamente sui social da parte di cittadini che denunciano lungaggini o mancate erogazioni del Bonus alimentare. Dove sta la verità?


 

Commenta

commenti