Home / Breaking News / Vulcano (TN): con l’inizio della scuola si pensi al “nonno vigile”

Vulcano (TN): con l’inizio della scuola si pensi al “nonno vigile”

vulcanoNuova proposta avanzata dal consigliere comunale di Terra Nostra Raffaele Vulcano. Che alla vigilia della ripresa delle attività scolastiche, invita a riflettere sulla possibilità di reintrodurre il progetto “Nonno vigile”. «Domani 14 settembre inizierà un altro anno scolastico. Nella speranza che sia produttivo per tutti, alunni, insegnanti, personale non docente. Ma soprattutto nella speranza che non si ricalchino i problemi riscontrati durante la scorsa annata. In particolare per quel che concerne l’assistenza ai diversamente abili – con bandi poco chiari – e gli scuolabus. Due fra le questioni più annose. Che hanno creato più di qualche problema agli alunni delle scuole comunali».

«Auspicando che l’amministrazione abbia fatto tesoro degli errori del passato – prosegue Vulcano – invito l’esecutivo a pensare alla istituzione del “nonno vigile”, per tutta una serie di motivi. In primis perché si renderebbe un grande servizio alla comunità, in considerazione della penuria della pianta organica dei vigili urbani. I nonni potrebbero fungere d’ausilio e controllo rispetto all’attraversamento pedonale dei bambini davanti alle scuole come accadeva un tempo. Sarebbe importante anche per loro, oltre che per l’intera comunità. Si sentirebbero più importanti per la società – prosegue Raffaele Vulcano – più vivi e più utili».

VULCANO: NONNO VIGILE VERA E PROPRIA OPERA SOCIALE A 360°

Il capogruppo di Terra Nostra evidenza, poi, come siano tali e tanti i problemi della terza età. «Non è semplice accettare la quiescenza dopo una vita di lavoro, specialmente se ci si sente ancora attivi. Quella del nonno vigile, quindi, potrebbe essere una vera e propria opera sociale a 360°: utile per i nonni e per i bambini. Magari adottando una qualche sorta di sgravio fiscale per tutti quei nonni che decideranno di spendersi per il bene della comunità. Invito, quindi, il sindaco Mascaro – termina Vulcano – e la giunta a prendere in debita considerazione la proposta, sperando che non sia accolta col preconcetto solo perché giunge dai banchi dell’opposizione.

Nel programma elettorale di Fdi-An avevamo dedicato molte attenzioni alla terza età e con diverse proposte. Poiché i nostri nonni sono delle risorse, anche in termini esperienziali, perché non coinvolgerli ancora nel tessuto sociale attivo cittadino?»

Commenta

commenti