Home / Breaking News / Volley: Italia U20 batte Svizzera e vola agli Europei di Belgio e Olanda

Volley: Italia U20 batte Svizzera e vola agli Europei di Belgio e Olanda

Gli azzurrini qualificati agli Europei U20 di volley

DI SERAFINO CARUSO

La Nazionale italiana U20 di volley vince il proprio girone di qualificazione e accede alla fase finale degli Europei di categoria in programma in Olanda e Belgio dal 14 al 22 luglio di quest’anno. Tra venerdì, sabato e domenica Italia, Spagna, Bulgaria e Svizzera, al Pala Brillia di Corigliano, hanno dato vita a un vero e proprio spettacolo di pallavolo. I ragazzi italiani, guidati da Monica Cresta, ieri sera hanno superato la Svizzera 3-0 (25-22, 25-12, 25-20), chiudendo a punteggio pieno il proprio girone (tre vittorie e nove punti), davanti alla Spagna che ha ottenuto comunque il pass per il terzo round grazie al 3-2 sulla Bulgaria e ad una delle migliori seconde posizioni.

TUTTO FACILE CONTRO GLI ELVETICI, FANALINO DI COSA DEL TORNEO

Una fase di Italia – Svizzera

Contro la Svizzera l’Italia ha preso il comando del gioco sin dall’inizio, dovendo nel primo set resistere al tentativo di rimonta degli elvetici (25-22). Senza storia il secondo parziale, Recine e compagni hanno fatto subito il vuoto costringendo gli svizzeri ad arrendersi (25-12). Il terzo set è stato in equilibrio sino al (14-14), poi gli azzurrini hanno spinto sull’acceleratore, festeggiando con un bel successo l’importante qualificazione ottenuta (25-20). Miglior marcatore del match è stato il centrale Lorenzo Cortesia con 9 punti (3 muri).

IL TABELLINO DELLA GARA ITALIA – SVIZZERA

Gli azzurrini all’inno nazionale di Mameli

ITALIA: Sperotto 4, Recine 5, Cortesia 9, Cantagalli 5, Lavia 5, Mosca 4. Libero: Federici. Panciocco 6, Motzo 5, Gironi 4. N.e: Acquarone e Gargiulo. All. Cresta
SVIZZERA: Ulrich 2, Sueur 3, Suess 8, Zurcher 2, Hafliger 7, Broch 5. Libero: Kiener. Kung 3, Blum, Joos 1, Abramov 1. N.e: Baghdady. All. Foelmli.
Arbitri: Lopes (Por) e Cevik (Tur)
Durata Set: 28’, 22’, 26’.
Italia: 7 a, 15 bs, 8 m,  22 et.
Svizzera: 3 a, 12 bs, 4 m, 28 et.

RISULTATI, CALENDARIO E CLASSIFICA FINALE
  • 27 aprile: Bulgaria-Svizzera 3-1 (23-25, 25-15, 25-18, 25-19), Italia-Spagna 3-1 (25-21, 25-18, 21-25, 25-11)
  • 28 aprile: Svizzera-Spagna 0-3 (16-25, 22-25, 23-25), Bulgaria-Italia 0-3 (23-25, 16-25, 17-25).
  • 29 aprile: Spagna-Bulgaria 3-2 (25-20, 22-25, 19-25, 25-17, 15-12), Svizzera-Italia 0-3 (22-25, 12-25, 20-25).
    Classifica: Italia 3V (9 punti), Spagna 2V (5 punti), Bulgaria 1v (4 punti), Svizzera 0v (0 punti).

E’ stato comunque un bellissimo girone di qualificazione, ben organizzato anche grazie alla collaborazione della Corigliano Volley e del suo instancabile ds Pino De Patto. Un torneo che ha fornito spunti interessanti anche per le squadre di Serie A. In tribuna presente, tra gli altri, anche il Presidente della Callipo Vibo, Pippo Callipo.

GRANDE TORNEO PER IL ROSSANESE DANIELE LAVIA

Questa la rosa portata a Corigliano da Monica Cresta: Fabrizio Gironi (Volley Segrate); Giovanni Gargiulo, Daniele Lavia (Mater Domini Castellana); Alessandro Acquarone (Lupi Santa Croce Pisa); Leandro Mosca, Lorenzo Sperotto, Francesco Recine, Marcorocco Panciocco, Filippo Federici, Diego Cantagalli, Matheus Motzo, Lorenzo Cortesia (Club Italia). Davanti ai vertici federali tutti gli azzurrini si sono ben distinti: su tutti Cantagalli, Recine, Cortesia, Lavia. Una nota di merito concedetecela, però, per il rossanese Daniele Lavia, da tre anni gioca nella Mater Domini Castellana, dopo essere cresciuto nella Corigliano Volley. Il giovane Lavia ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter, insieme ai suoi compagni, entrare a far parte del giro della Nazionale maggiore. Lavia ha grande qualità tecnica, è dotato di ottimi tempi di gioco, ha un ottimo fisico e, che non guasta affatto, ha la testa sulle spalle. A lui e alla sua famiglia vanno gli auguri di una grande carriera da parte della redazione e dell’editore de L’Eco dello Jonio.

* per i dati e immagine in evidenza fonte: www.federvolley.it

Commenta

commenti