Home / Attualità / Villapiana: differenziata, parte campagna di sensibilizzazione nelle scuole

Villapiana: differenziata, parte campagna di sensibilizzazione nelle scuole

VILLAPIANA-SCUOLADIFFERENZIATA-160515Raccolta differenziata, #bastacambiareabitudine. Villapiana parte delle scuole. Al via la campagna di sensibilizzazione. Obiettivo: imparare a considerare i rifiuti una risorsa. Si inizia LUNEDÌ 18 MAGGIO con i bimbi della primaria e si prosegue, almeno come primo step, fino a VENERDÌ 5 GIUGNO, con la Giornata internazionale dell’ambiente. Si festeggia SABATO 6 GIUGNO, in spiaggia, con i giochi sulla differenziata e la festa degli aquiloni. Una grande azione di educazione civica e di impegno per l’ambiente messa in atto dall’Esecutivo guidato da Paolo MONTALTI, praticamente a costo zero per l’Ente.
A darne notizia, con grande soddisfazione, è l’assessore all’ambiente Stefania CELESTE che coglie anche l’occasione per ringraziare il dirigente dell’istituto comprensivo “G.Pascoli” Adolfo COSTANZA per la disponibilità e i consorzi COREPLA e COMIECO che hanno inviato gratuitamente all’Amministrazione Comunale gadget e materiale da distribuire nei vari incontri.
Responsabilizzare da subito al problema dei rifiuti – spiega l’assessore – significa iniziare un processo progressivo ma efficace di educazione a comportamenti consapevoli e rispettosi della natura che faranno dei ragazzi di oggi dei cittadini amanti della città e del territorio in cui vivono.
FORMAZIONE A COSTO ZERO. – Il progetto è suddiviso in vari momenti: formazione teorica, attività di laboratorio, escursione educativa, concorso ed evento conclusivo. Saranno gli stessi amministratori comunali a recarsi negli istituti ed a presentare il programma.
Per le scuole primarie sarà BIDONE RICICLONE ad impartire le nozioni generali attraverso immagini, concetti semplici e video di cartoni realizzati dal CONAI e dai consorzi di FILIERA. Per la secondaria i concetti saranno approfonditi, si spiegheranno i benefici del riciclo, gli aspetti ambientali, sociali ed economici e il ruolo di cittadini, degli amministrazioni e del CONAI.
L’indifferenziata non è una tipologia di rifiuto – aggiunge l’assessore – ma è tutto ciò che non riusciamo a differenziare. Il suo smaltimento comporta costi. Gli imballaggi differenziati costituiscono fonte di risorse. Minimizzare il quantitativo di rifiuto indifferenziato e massimizzare quello delle diverse tipologie di imballaggio è l’obiettivo a cui miriamo – conclude CELESTE – per creare valore condiviso tra amministrazione, cittadinanza e ambiente.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*