Home / Attualità / Videosorveglianza e sicurezza a Caloveto, patto con Prefettura

Videosorveglianza e sicurezza a Caloveto, patto con Prefettura

Saranno cinque i sistemi per le zone più sensibili. Il Sindaco Umberto Mazza: «Più sicurezza su tutto il territorio»

Garantire maggiore sicurezza ai cittadini, tutelare il patrimonio artistico e naturalistico, tutelare la sicurezza urbana, prevenire fatti criminosi e migliorare le condizioni di sicurezza per i cittadini ed i turisti. Sono, questi, alcuni degli obiettivi del progetto Per Caloveto sicura che prevede l’installazione di un sistema di videosorveglianza, ad integrazione e miglioramento di quello già esistente, sui punti più sensibili del territorio comunale.

È quanto fa sapere il Sindaco Umberto Mazza che oggi (mercoledì 13) ha firmato il Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana in Prefettura con i comuni di Bisignano, Diamante, Mangone, Paludi, Sangineto, Santa Sofia d’Epiro, Spezzano Albanese e Villapiana. La firma del Patto è presupposto per l’ammissione al finanziamento del Ministero dell’Interno.

Le zone interessate dal progetto di videosorveglianza saranno via Rimembranze, il depuratore, la Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA), le scuole di via Mancini e di S. Antonio.

Tra gli altri obiettivi del progetto vi è quello di migliorare la percezione della sicurezza e sorvegliare in presa diretta zone che presentino particolari elementi di criticità o in concomitanza di eventi rilevanti per l’ordine e la sicurezza pubblica.


Commenta

commenti