Home / Breaking News / Viadotto Italia, Cgil: “C’è un agitarsi di parlamentari, ma conserviamo diffidenze”

Viadotto Italia, Cgil: “C’è un agitarsi di parlamentari, ma conserviamo diffidenze”

cgilDopo 85 giorni dall’interruzione del viadotto e dopo danni arrecati all’economia calabrese finalmente si sono mossi ed è previsto per giorno 3 p.v. un incontro convocato dal Ministro Delrio, e il Presidente della Giunta Regionale ha annunciato un’azione di risarcimento nei confronti dell’Anas della quale ancora non si conosce l’entità e la natura.
C’è un “agitarsi” dei parlamentari e dei parlamentari portavoce del Governo in Calabria.
Dovremmo essere contenti di tutto ciò ma conserviamo diffidenze e riserve alimentate anche dalle dichiarazioni che finora sono state rese, e dal fatto che il Ministro Delrio tace e fa parlare i suoi delegati.
La nostra valutazione è che le idee chiare e le proposte in questo momento ce le hanno i sindaci dell’area e il Parco.
Mentre ancora non capiamo, e sarebbe il caso che ciò avvenisse e reso pubblico, su quali proposte e quali piani a breve e medio termine la Regione si presenterà al Tavolo di giorno 3. Il consiglio che diamo è quello di coordinarsi, di non andare in ordine sparso ma con idee e progetti chiari e precisi per evitare di perdere un’occasione o di ritagliarsi lo spazio del “vittimismo”.
Da parte nostra seguiremo con attenzione la preparazione e se chiamati daremo le nostre valutazioni e proposte.
Ognuno si assuma le proprie responsabilità.

La Segreteria Regionale CGIL Calabria
La Segreteria Territoriale CGIL Pollino- Sibari-Tirreno
La Segreteria Regionale Fillea-Cgil Calabria 

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*