Home / Breaking News / Variazioni allo statuto comunale approvate a Cariati

Variazioni allo statuto comunale approvate a Cariati

variazioni allo statuto

Filomena Greco18

Approvate, con i soli voti della maggioranza, le variazioni allo statuto comunale di Cariati. Nel corso del consiglio comunale tenutosi ieri al Centro Sociale, sottolineata la ferma volontà dell’attuale maggioranza, guidata dal Sindaco Filomena Greco, di condurre Cariati, in maniera sicura e spedita, in una dimensione fatta di futuro, legalità, trasparenza, innovazione e partecipazione attiva dei cittadini alla vita amministrativa del paese.
Ridefinito e meglio specificato ai sensi di legge il ruolo e le competenze spettanti al Presidente del Consiglio. Introdotta inoltre la possibilità di istituire oltre a quelle già previste anche le consulte in tutti i settori produttivi e  sociali come supporto al lavoro dell’amministrazione, grazie al loro spunto di idee e contributi. Istituita anche la figura del cittadino incaricato e il consiglio comunale sui migranti, al fine di favorire l’integrazione degli immigrati.

VARIAZIONI ALLO STATUTO APPROVATE CON I SOLI VOTI DELLA MAGGIORANZA

Le modifiche allo Statuto sono passate con i soli voti della maggioranza, nonostante le numerose conferenze dei capigruppo, svoltesi prima del consiglio, nelle quali si era trovato intesa e accordo di portare in consiglio comunale le sole modifiche apportate dalla maggioranza. Rinviando alla costituzione della commissione per la modifica dello Statuto – fortemente voluta dal Sindaco Filomena Greco – per una riforma e adeguamento dell’intero Statuto alle esigenze attuali di Cariati. Ma nonostante la minoranza si era detta favorevole ha poi espresso voto contrario nella seduta e, addirittura, la consigliera Scorpiniti si è astenuta su una sua proposta fatta propria dalla minoranza e approvata in Consiglio dalla sola maggioranza. A questa incredibile ed incresciosa situazione l’Assessore Ciccopiedi ha risposto con una l citazione che recita:
“ Se la partigianeria ci fa abbandonare l’onestà intellettuale, se ci opponiamo a quello che i nostri avversari dicono o fanno semplicemente perché viene detto o fatto da loro, diventiamo dei semplici opportunisti politici, che sperano nelle cattive notizie perché sono buono per il nostro investimento politico”.

VARIAZIONI ALLO STATUTO PER UNA PARTECIPAZIONE CONSAPEVOLE DEI CITTADINI

“Con l’adozione del nuovo statuto intendiamo segnare l’inizio di una più razionale e trasparente gestione degli interessi della collettività locale. E l’organizzazione di una partecipazione più consapevole ed efficace dei cittadini. Che esprimono interesse ed istanze di rilevanza collettiva, sottolineando il valore dell’agire comune. Procediamo spediti, perché abbiamo dormito dieci anni, non c’è più tempo da perdere – sottolinea il consigliere Paturzi.
Il Sindaco Filomena Greco ribadisce: “Credo fortemente nel ruolo fondamentale che riveste il cittadino nell’azione amministrativa. E’ grazie al loro contributo che abbiamo scritto il nostro programma. E’ anche grazie ai tanti cittadini che ci hanno sostenuto ed aiutato con opere gratuite che abbiamo potuto realizzare quanto finora realizzato. Tutto ciò che stiamo portando avanti, è stato scritto nel nostro programma. Noi procediamo spediti seguendo le linee guida che i cittadini stessi durante le assemblee ci hanno indicato.

OLTRE ALLE VARIAZIONI ALLO STATUTO, APPROVATO IL REGOLAMENTO DELL’ISOLA ECOLOGICA

Nella importante assise sono stati approvati inoltre il regolamento relativo al Centro di Raccolta Rifiuti, meglio conosciuta come “isola ecologica”. Da qui a breve aprirà i suoi battenti in località “Varco”. Al fine di potenziare ed essere da supporto alla raccolta differenziata, da poco avviata nel nostro Comune. Approvato anche il piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima, quest’ultimo approvato all’unanimità. A sottolineare l’impegno già  preso dalla consiliatura  Greco, con l’approvazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Ambiente,  di ridurre quanto più possibile l’impatto ambientale. Con l’obiettivo di promuovere un utilizzo migliore delle fonti energetiche e una crescita della qualità della vita nei territori europei.

 

Commenti