Home / Breaking News / È ufficiale, per le Regionali si voterà il 26 gennaio

È ufficiale, per le Regionali si voterà il 26 gennaio

L’annuncio del presidente Oliverio all’inizio del Consiglio. Iniziata la seduta, tra i punti all’ordine del giorno la legge di riforma del Corap

regionaliLe elezioni regionali in Calabria si svolgeranno il 26 gennaio del 2020. Lo ha annunciato il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, all’inizio dell’odierna seduta del Consiglio.
Oliverio ha riferito di avere fissato la data delle elezioni d’intesa col presidente della Corte d’appello di Catanzaro, Domenico Introcaso, previo parere del presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto. «La data – ha detto il presidente Oliverio – coincide con le elezioni che si svolgeranno in un’altra regione (l’Emilia Romagna, ndr). Una scelta che consentirà di utilizzare per le operazioni elettorali la piattaforma del Ministero dell’Interno, con una razionalizzazione delle spese. Prima del sessantesimo giorno antecedente alle elezioni, provvederò ad emanare il decreto d’indizione della consultazione».

«In relazione a queste scelte – ha detto ancora il Governatore – ho proposto in Giunta l’approvazione dell’Esercizio provvisorio, lasciando libero solo il capitolo relativo alle spese elettorali. Ritengo giusto lasciare al nuovo Consiglio ed alla nuova Giunta, per doveroso rispetto istituzionale, il compito di approvare il Bilancio di previsione della Regione per il prossimo anno».


L’ORDINE DEL GIORNO
Sono 17 i punti inseriti all’ordine del giorno dell’odierna seduta del Consiglio regionale, convocata dal presidente, Nicola Irto.
Molti degli argomenti di cui è previsto l’esame erano stati rinviati in occasione della precedente seduta. Tra questi la legge recante norma in materia funeraria e polizia mortuaria, per la quale, anche oggi, stanno protestando davanti Palazzo Campanella alcuni titolari di imprese funebri della Calabria. Annunciato l’inserimento, dopo l’approvazione a maggioranza stamattina in seconda Commissione, della legge di riforma del Corap, il Consorzio regionale per le attività produttive, che diventerà Agenzia regionale sviluppo aree industriali.
Completano l’ordine del giorno la proposta di legge per l’integrazione e la promozione della minoranza romanì in Calabria e altre proposte riguardanti i soggetti attuatori in materia di invecchiamento attivo, precisazioni sui Parchi marini regionali, variazioni al Bilancio e provvedimenti per l’attuazione del Diritto allo studio universitario e l’istruzione tecnica superiore.
Fonte: Corriere della Calabria

Commenta

commenti