Home / Breaking News / Turismo, a Rossano il seminario “Museimpresa”

Turismo, a Rossano il seminario “Museimpresa”

Il museo della liquirizia Amarelli

Il museo della liquirizia Amarelli

MUSEI, ARCHIVI D’IMPRESA E TURISMO: VALORIZZAZIONE E MARKETING TERRITORIALE. È, questo, il tema del seminario residenziale promosso da MUSEIMPRESA per i prossimi VENERDÌ 26 e SABATO 27 SETTEMBRE, presso il Museo della Liquirizia “Giorgio AMARELLI”.
Nella mappa di MUSEIMPRESA, l’associazione italiana dei musei e degli archivi d’impresa, promossa da Assolombarda e Confindustria, quello della Liquirizia “Giorgio AMARELLI”, museo d’impresa italiano è secondo solo a quello della FERRARI per numero di visite e primo (per Tripadvisor nel 2013) nella scelta dei musei in Calabria è l’unico in Calabria. Al Sud, il più vicino è quello dell’Enel, a Napoli.
A distanza di 13 anni dall’inaugurazione il “Giorgio AMARELLI” è diventato punto di riferimento indiscusso per l’originalità, per i numeri e per la sua subito conquistata riconoscibilità regionale, nazionale ed internazionale. Il Museo fa parte, tra le altre cose, degli HÉNOKIENS, la prestigiosa Associazione Internazionale che riunisce le aziende familiari bicentenarie di tutto il mondo. Al Museo nell’aprile 2004 le Poste Italiane hanno dedicato, (ed è la prima volta per un museo d’impresa!) uno speciale francobollo, appartenente alla serie tematica “Il Patrimonio Artistico e Culturale Italiano”, emesso in 3.500.000 esemplari. Nel 2012 per decreto del Ministero per i Beni e le attività Culturali viene dichiarato d’interesse storico particolarmente importante. Nel 2013 arriva, infine, il prezioso riconoscimento di TRIPADVISOR, per il quale il Museo Amarelli di Rossano è la prima proposta tra i musei calabresi, prima del Museo dei Reggio Calabria dove sono custoditi i Bronzi di Riace.
MUSEI, ARCHIVI D’IMPRESA e TURISMO. È su questi tre elementi che gli esperti, ospiti nella nella Città del Codex e della Liquirizia, si confronteranno per la speciale due giorni dedicata al tema. Il programma prevede, per VENERDÌ 26, alle ORE 15,15, l’apertura dei lavori con i saluti di Pina AMARELLI, dell’assessore regionale alla Cultura Mario CALIGIURI e l’assessore comunale alle politiche culturali Stella PIZZUTI. Com’è cambiato il turismo: nuove mete, nuovi target, nuove tendenze. È il titolo della relazione di Renzo IORIO, presidente di FEDERTURISMO, prevista per le ORE 15,40. Alle ORE 16,15, Cristina MOTTIRONI, docente lecturer all’Università Bocconi interverrà sul tema “Destination management e competitività dei territori turistici.
Raccontare il turismo: i canali tradizionali e la comunicazione web. È, invece, l’argomento che, alle ORE 17 tratterà Giovanni CERMINARA, project manager di FormazioneTurismo.com.
A conclusione degli interventi, alle ORE 18, relatori ed ospiti saranno accompagnati in visita presso il Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli”.
SABATO 27 SETTEMBRE, si inizia alle ORE 9,35, con Paola DUBINI, docente dell’Università Bocconi. Costruire un’offerta turistica a partire dal patrimonio, è il titolo della sua relazione.
Dal Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli” con Pina AMARELLI alle strade dei vini con Nicodemo Librandi fino al FAI – Fondo Ambiente Italiano, con Anna Lia PARAVATI CAPOGRECO. Sono, questi, i case histories che saranno presentati alle ORE ORE 10,15.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*