Home / Attualità / Trebisacce: tre film per Giornata contro violenza sulle donne

Trebisacce: tre film per Giornata contro violenza sulle donne

Una maratona di film tematici, tra i più indicati e gettonati, proiettati gratuitamente presso il Cinema-Tatro Gatto nella giornata del 25 novembre per riflettere sulla violenza contro le donne. L’ha promossa la Commissione per le Pari Opportunità (presidente la dr.ssa Franca Aloise) in collaborazione con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Mundo.

I FILM

Tre i film proposti, tutti di grande impatto emotivo: il primo “Ti do i miei occhi” proiettato alle 10 del mattino per favorire l’affluenza delle scolaresche, racconta la storia di Pilar che, dopo l’ennesima violenza subita dal marino Antonio, decide di trasferirsi presso la sorella Ana portando con sé il figlio Juan. Il marito che non si dà pace e cerca di farsi perdonare frequentando dei corsi per la gestione dell’ira. La moglie decide di tornare a casa ma subisce ulteriori violenze tanto che il marito arriva a chiuderla nuda fuori dal balcone di casa, fino a quando lei, esasperata, denuncia e lascia il marito. Il secondo film, “Magdalene” proiettato alle 18.30, racconta la storia delle ragazze che “colpevoli di avere peccato” venivano mandate dalle famiglie in istituti religiosi per “espiare” la colpa, qui venivano segregate in finti-conventi che in realtà erano lavanderie industriali e costrette a lavare biancheria per 365 giorni all’anno, non pagate, umiliate e maltrattate. L’ultimo film, “La bestia nel cuore”, proiettato alle 21, racconta la triste storia di Sabina, doppiatrice cinematografica, sposata con Franco, attore in cerca di ruoli migliori. Lei, quando scopre di aspettare un figlio, anziché informare il marito, preferisce trascorrere il Natale negli USA, ospite del fratello. Ha bisogno di tempo per riflettere sul suo passato, sulle rigide abitudini borghesi della sua famiglia. Il fratello la aiuterà a far luce sul passato e a scoprire la ragione terribile del peso che Sabina si porta dentro: l’abuso compiuto dal padre su entrambi i figli, complice il silenzio della madre.

GRANDE SIGNIFICATO

«Proporre tre film di grande impatto emotivo – ha dichiarato la presidente Franca Aloise – era rischioso, ma la grande affluenza ha dato ragione al messaggio, alle emozioni e alle riflessioni che volevamo provocare. Le storie di violenza contro le donne – ha aggiunto soddisfatta per il successo della manifestazione – non vivono solo nelle stanze dei poveri o degli emarginati, ma trasversalmente appartengano a tutti e ciò non è di poco significato perchè generano una serie di conseguenze negative e di esistenze disattese che alla lunga generano, in un ciclo interminabile di dolore, drammi, dipendenze, qualità di vita segnata dalla sofferenza interiore e dal dolore». Per conto della Commissione tutta, la dr.ssa Aloise ha ringraziato per la collaborazione e disponibilità il sindaco Mundo, Franco Romano della SIAE, Consolata Piscitiello dirigente delI’Itcg “Filangieri”, Marilena Viggiano dirigente dell’Istituto “E. Aletti” e Franco Gatto titolare del Cinema-Teatro Gatto, gli studenti e tutti quelli che hanno partecipato e reso possibile il successo della manifestazione». Soddisfatto anche il primo cittadino «per aver creato – ha dichiarato ringraziando a sua volta il presidente e la Commissione – un organismo come la Commissione per le Pari Opportunità che promuove e afferma la parità di genere». Certamente una gran bella iniziativa. Certo, una sola giornata forse non basta per sensibilizzare sul tema. Ma il cinema può aiutare molto e l’idea della Commissione è stata di grande impatto sui giovani. Obiettivo centrato.

(fonte La Provincia)

Commenti