Home / Breaking News / Trebisacce, terzo megalotto: rassicurazioni al sindaco Mundo dal presidente Oliverio

Trebisacce, terzo megalotto: rassicurazioni al sindaco Mundo dal presidente Oliverio

trebisacceSindaco Mundo Trebisacce: “I lavori del  terzo megalotto della SS106 rappresentano  una priorità ,sia per il necessario ed opportuno ammodernamento. Che per la capacità di sprigionare economie ,sicurezza e lavoro.

In tale contesto è certo l’impegno del presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. Che nella giornata di oggi(sabato),raccogliendo le preoccupazioni della popolazione e dei sindaci interessati, ha  rassicurato il sindaco di Trebisacce avv. Franco Mundo. Circa la necessità ed opportuno di realizzare l’ammodernamento dell’importante arteria stradale.

Lo stesso ha comunicato che incontrerà della giornata di martedi  pomeriggio,7 marzo prossimo, il ministro delle Infrastrutture  Graziano Del Rio. Per addivenire con immediatezza alla soluzione dei vari problemi sorti a seguito del ritiro dal CIPE del progetto da parte del Ministero delle Infrastrutture.

TREBISACCE, MUNDO: OLIVERIO INCONTRERA’ I SINDACI

Lo stesso Oliverio ha infine, raccogliendo la richiesta del sindaco di Trebisacce ha confermato che subito dopo convocherà i sindaci. Per notiziarli dell’incontro ed eventualmente  proporre unitariamente, anche soluzioni tecniche. Che accorcino i tempisia della progettazione definitiva che  dell’apertura dei  cantieri.

In tale contesto il sindaco di Trebisacce, Francesco Mundo, ribadendo la necessità di superare al più presto ogni ostacolo per avviare i lavori. Nel caso in cui  persistesse la difficoltà per l’intera copertura economica del progetto ,che ha indotto la Corte dei Conti a sollevare eccezioni,ritiene  opportuno valutare anche altre soluzioni tecniche alternative che comportino un risparmio di risorse e di territorio,ma anche di tempo nella realizzazione dei lavori.

In ogni caso martedi 7 marzo ore 11,00 , tutti sindaci dei comuni interessati si incontreranno a Cassano. Per discutere ed eventualmente adottare altre iniziative”.

Commenta

commenti