Home / Breaking News / Trebisacce, la Latronico rinuncia alle indennità

Trebisacce, la Latronico rinuncia alle indennità

trebisacceRinuncia a Trebisacce ad ogni tipo di indennità o gettone di presenza per tutta la durata della consiliatura. Lo ha chiesto, attraverso un “memorandum” lanciato sul web ai consiglieri comunali di Maggioranza eletti nella competizione elettorale di domenica 11 giugno, Loredana Latronico. A nome del movimento civico “Trebisacce Ideale”. Che, nato per partecipare in modo diretto alle Amministrative, ha poi deciso di rinunciare. Preferendo sostenere la Lista “Trebisacce Libera” guidata da Mariano Bianchi. «È nostra ferma convinzione e priorità, – ha scritto la Latronico –  che, per dare un segno tangibile alla cittadinanza, sia doveroso affermare come chiara e inequivocabile indicazione che tutti gli amministratori di Maggioranza rinuncino a ogni tipo di indennità o gettone di presenza, scaturente dal mandato elettivo per tutta la durata della consiliatura.

TREBISACCE, ALIMENTARE TESORETTO DA DESTINARE ALLE ESIGENZE DI CARATTERE SOCIALE

Questa rinuncia – ha aggiunto – è obbligatoria e necessaria. A dimostrazione del rispetto che “Trebisacce Ideale” ha verso tutta la cittadinanza. Soprattutto verso quella parte di stato sociale che ha serie difficoltà di vita economica». Diversificati e contrastanti i pareri espressi sul web in risposta a questa sollecitazione. C’è infatti chi la ritiene opportuna e quasi doverosa. E chi invece pensa che chi dedica il proprio tempo alla cosa pubblica debba essere legittimamente indennizzato. Le somme accantonate, sempre secondo le indicazioni della Latronico, dovrebbero essere destinate ad alimentare un “tesoretto” da destinare esclusivamente alle esigenze di carattere sociale, a sostegno soprattutto della popolazione che versa in gravi difficoltà economiche.

Fonte: la Provincia di Cosenza

Commenta

commenti