Home / Ambiente / Trebisacce: Chidichimo clima di veleni tra rimproveri e “punizioni”

Trebisacce: Chidichimo clima di veleni tra rimproveri e “punizioni”

trebisacceTrebisacce: Mentre la riapertura dell’Ospedale viene rinviata alle calende greche, in quello che dovrebbe ridiventare il presidio sanitario dell’Alto Jonio ci si bisticcia e ci si offende. Succede insomma come nella storia romana che …mentre a Roma si discute la città di Segunto viene espugnata. E così, mentre presso il “Chidichimo”… volano stracci, i cittadini vengono privati del diritto ad una sanità dignitosa.
A contribuire a scatenare il putiferio, secondo i bene informati, sarebbe stata la recente campagna elettorale che ha finito per coinvolgere il personale sanitario a vario titolo.
Finora per la verità le polemiche sono rimaste circoscritte al posto di lavoro. Ma ora sono esplose attraverso documenti scritti con la penna intrisa di vetriolo.

TREBISACCE, CHIDICHIMO CLIMA DI VELENI

«Apprendiamo con grande stupore. – Esordisce il documento della UIL-FPL sottoscritto dai sindacalisti Vincenzo Leonetti e Giovanni Valentino. – A Trebisacce non solo è stato riaperto l’ospedale ma che, addirittura, è stato nominato un Direttore Sanitario. Il quale, anziché pensare di migliorare i pochi servizi esistenti, da più tempo perseguita i dipendenti con provvedimenti e disposizioni di servizio “punitivi” e rimproveri nei corridoi». Affermazioni gravi, queste, che ovviamente non possono lasciare indifferenti i vertici aziendali. : «L’Asp, – si legge infatti – …ancora non ha adottato alcun provvedimento..».

Secondo i due sindacalisti a nulla sarebbero valsi finora segnalazioni e denunce di soprusi. Di cui sarebbero state vittime infermieri e medici trasferiti senza tener conto di alcuna graduatoria. Detto questo e scoprendo quello che potrebbe rivelarsi un autentico vaso di Pandora. I due sindacalisti chiedono al Direttore Generale Mauro di «revocare tutte le disposizioni di servizio del presunto direttore sanitario (referente)…».

Fonte: La Provincia di Cosenza 

Commenta

commenti