Home / Attualità / TRAGEDIA RAGANELLO, Cisl Calabria, Tramonti e Russo: “Dolore e vicinanza alle famiglie delle vittime e dei feriti”

TRAGEDIA RAGANELLO, Cisl Calabria, Tramonti e Russo: “Dolore e vicinanza alle famiglie delle vittime e dei feriti”

home care premium“É una tragedia inimmaginabile. Non doveva accadere. Una regione, tutta, piagata e addolorata per l’ondata di piena che il fiume Riganello ha causato la morte di dieci persone e numerosi feriti, attualmente ricoverati negli ospedali di Rossano, Castrovillari e Cosenza”, queste le parole affrante e addolorate del segretario regionale della Cisl calabrese Paolo Tramonti e del segretario provinciale di Cosenza Tonino Russo.

“In questo drammatico momento non possiamo far altro che esprimere tutto il nostro dolore e la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime e dei feriti che loro malgrado sono state investite dalla furia del fiume Raganello nel Parco del Pollino”, hanno dichiarato Tramonti e Russo.

“In giorni, come questi, di amarezza, costernazione e dolore di tutta la Calabria per una tragedia che forse poteva essere evitata rimandando le escursioni e le uscite, viste le condizioni metereologiche – proseguono i rappresentanti della Cisl Tramonti e Russo – tutto il nostro ringraziamento e plauso va alla Protezione civile calabrese, agli operatori del Soccorso Alpino regionale, ai Vigili del fuoco, alle forze dell’ordine e ai volontari tutti che si sono spesi per tutta la notte e l’intera giornata senza risparmiarsi per un solo istante al salvataggio di vite umane e alla ricerca dei dispesi”.

“La Calabria intera – proseguono Tramonti e Russo – è fiera e  orgogliosa e non finirà mai di ringraziarli. E’ la Calabria che ci piace e fa onore. Un ringraziamento particolare, va alle guide alpine per il loro professionale e pronto intervento. Speriamo che dopo questa tragedia la Regione Calabria si faccia carico  investendo sulla prevenzione, e la sicurezza dei cittadini, in un territorio come quello calabrese ad alto rischio idrogeologico”.

“Una tragedia resa ancor più dolorosa che in una giornata di piena estate – concludono i rappresentanti della Cisl Tramonti e Russo – iniziata all’insegna dello svago e del relax, attesa probabilmente chissà da quanto tempo e conclusasi nel modo più tragico ci lascia attoniti, addolorati e smarriti”.


Commenta

commenti