Home / Attualità / Tornano i tavoli all’aperto. Corigliano Rossano ha voglia di vivere

Tornano i tavoli all’aperto. Corigliano Rossano ha voglia di vivere

Nella giornata di ieri bar, pizzerie, ristoranti e pub sono potute tornare a pieno regime. Per tanti del settore è un ritorno alla vita

di Josef Platarota

La voglia di ricominciare, di tornare a vedere i loro tavoli vivi e con i loro clienti e, da fare da contorno, il sorriso di sempre. Corigliano Rossano riapre così, con la speranza e lo spirito di iniziativa. Basta solo fredde ordinazioni da remoto e consegne a domicilio: torna il contatto con la gente.

«Finalmente sono tornato dove amo essere». Questo è lietmotiv dei commercianti della ristorazione cittadina, quelli della vecchia scuola e non soltanto del take away. «Sono state settimane lunghe, a tratti interminabili. È stata una prova a limite del possibile». Il lockdown è stato questo: oltre che il danno economico ha strappato via la quotidianità, quei piccoli gesti che si ripetono anche nel lavoro. Ristoratori e baristi, di buona lena, si sono armati di righello e nastri, le distanze adesso ci sono e devono essere rispettate.

«Ci aspettiamo un’attenzione particolare da chi di dovere». Sì, perché la politica avrà un ruolo fondamentale in questa ritorno alla normalità. Qualcosa sembra muoversi soprattutto per quanto riguarda il suolo pubblico. La stragrande maggioranza degli intervistati si è detta soddisfatta dell’accoglienza ricevuta dall’Amministrazione.

«L’ultimo muro – ci viene detto da un proprietario di un pub cittadino – è quello di convincere chi ha paura. Ci stiamo mettendo tutti noi stessi per salvaguardare la salute e le norme. È una responsabilità da prendere tutti insieme». Corigliano Rossano, quella che è voluta tornare a vivere, ha risposto presente tra sorrisi vecchi e nuovi e distanze da mantenere. Che sia davvero un buon inizio per tutti.


Commenta

commenti