Home / Attualità / Terzo Settore, eletto coordinamento

Terzo Settore, eletto coordinamento

coriglianoUn altro importante tassello nella istituzionalizzazione del Forum Territoriale del Terzo settore è stato messo a punto lunedì scorso, presso la locale sedi di Schiavonea sede dell’Associazione Anffas . Il Coordinamento, eletto durante i lavori dell’Assemblea costituente, alla presenza del portavoce regionale Gianni Pensabene, ha proceduto alla nomina con voto unanime del portavoce territoriale, nella persona di Antonio Fino.  Nella stessa seduta, sono stati assegnati i ruoli e gli incarichi dei referenti, all’interno del Coordinamento, che affiancheranno il portavoce in tutte le sue azioni. Responsabile per i rapporti con il mondo del volontariato è stata nominata Marinella Alesina (Associazione Anffas). Responsabile per i rapporti con il mondo della promozione sociale è stato nominato Walter Amato (Associazione Ada). Responsabile per i rapporti con il mondo della cooperazione sociale è stato nominato Mario Giovanni Amica (Cooperativa Sinergie). Il Comitato di Coordinamento è composto anche da Angela De Giacomo (Mondiversi) e Francesco Motta(Uic)). Sono stati nominati in qualità di revisori, Maria Gabriella Dima (Fidapa) e Cosimo Esposito(Auser) e in qualità di garanti: Antonio Forciniti ((Unitalsi) e Sonia Curatelo (Tendiamo le mani).

ELETTO COORDINAMENTO DEL TERZO SETTORE

Antonio Fino (Ari@nuova) così si è espresso, dopo la nomina a portavoce:”Sono onorato dell’incarico che mi è stato affidato. Riprendiamo un cammino interrotto qualche anno fa nella nostra città per lavorare sicuramente nell’interesse di tutto il mondo che si riconosce nel Terzo Settore facendo in modo di rappresentare le istanze anche di coloro i quali, in questa prima fase, non hanno aderito alla nostra iniziativa. Nell’immediato futuro comunicheremo le modalità e i tempi per incontrare di nuovo tutti i responsabili delle diverse associazioni e, soprattutto, di presentare il Coordinamento alle istituzioni preposte. Vogliamo intraprendere un cammino propositivo di rappresentanza qualificata del Terzo Settore nelle sedi istituzionali e consolidare buoni rapporti in tutte le sedi e le occasioni che ci verranno fornite, poiché riteniamo che la città di Corigliano ha sempre rappresentato un laboratorio di idee, di progettazione e di cultura e può ancora dare molto nel campo dell’associazionismo, del volontariato, della cooperazione e promozione sociale, dell’ambiente, del turismo, dello spettacolo e dello sport, soprattutto quando c’è l’attenzione di tutte le istituzioni”.

FONTE:LA PROVINCIA

Commenta

commenti