Home / Attualità / Terranova: ok a progetto Food Cultural District

Terranova: ok a progetto Food Cultural District

Turismo lento ed esperienziale, rigenerazione urbana e sociale del centro storico, sviluppo-ecosostenibile. Valorizzare la filiera corta delle produzioni agroalimentari ed il patrimonio identitario, culturale, artistico ed enogastronomico locale. Promuovere percorsi tematici legati ai principali marcatori identitari della Terra dei due Papi, a partire dalla produzione millenaria dell’extravergine d’oliva. Sono, in sintesi, le coordinate del progetto Food Cultural District – Terranova Da Sibari città dell’olio e del benessere, approvato dalla Giunta Municipale.

È quanto fa sapere il vicesindaco e assessore all’agricoltura Massimiliano Smiriglia informando che con questa proposta l’Amministrazione Comunale si candida ad ottenere un finanziamento dal MIBAC, Ministero per i Beni e le Attività culturali nell’ambito dell’avviso relativo alle iniziative del Piano Strategico del Turismo 2017-2022.

Il progetto – continua – si inserisce nel più ampio impegno dell’Esecutivo Lirangi nel rilanciare l’economia locale attraverso la valorizzazione delle sue risorse e potenzialità più importanti: l’agricoltura ed i turismi.

Sono tre gli itinerari inseriti nella proposta progettuale del Food Cultural District, quello del gusto, quello del benessere e quello storico. Il primo prevede un evento annuale, la Fiera mercato Un filo d’olio.  Inserendosi e potenziando il percorso di valorizzazione della produzione dell’olio d’oliva, vera vocazione del territorio fin dall’epoca della Magna Grecia, il progetto punta a far divenire il comune di Terranova l’Hub per le regioni meridionali e del Mediterraneo della rete nazionale delle Città dell’Olio, e del turismo legato all’olio e all’enogastronomia.

Itinerario del benessere, imperniato sul CEA – Centro Educazione Ambientale Dalla terra al piatto e il MuM_Olio – Museo Multimediale dell’Olio, guarda alle pratiche che prevedono la promozione di percorsi e itinerari pensati come una rete di mobilità slow in cui si potrà scegliere la possibilità di muoversi lungo l’Italia a piedi, in bicicletta, a cavallo o con altre forme di mobilità dolce e sostenibile, promuovendo una nuova dimensione turistica. Le finalità del Centro saranno quelle di formare giovani operatori per la promozione delle risorse territoriali, ed educare alla qualità del paesaggio e della vita da promuovere come elementi attrattori del territorio; oltre ad avere il compito di accompagnamento alla creazione di figure imprenditoriali innovative legate al turismo inserito in una circolarità dell’economia ormai non più procrastinabile.

Itinerario storico. Memoria_TOUR Terranova Da Sibari 3D Terra dei due Papi. Il tour si sviluppa sulla creazione di ambienti virtuali che guidano ad una visita virtuale del borgo, che può avvenire comodamente dalle proprie case, attraverso il quale l’utente sceglie di visitare il borgo, verificare i servizi disponibili, organizzare il proprio viaggio o la propria visita


 

Commenta

commenti