Home / Attualità / Tenta di fuggire chiudendosi in bagno, arrestato dai Carabinieri

Tenta di fuggire chiudendosi in bagno, arrestato dai Carabinieri

Nel pomeriggio del 24 Luglio 2019, i Carabinieri della Compagnia di Cosenza, nell’ambito di articolati servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere e in particolare dello spaccio delle sostanze stupefacenti predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, hanno tratto in arresto un 38enne cosentino per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente presso il “villaggio Rom” di via degli Stadi.

I Militari della Sezione Radiomobile avevano notato un atteggiamento sospetto dell’uomo il quale, nei pressi della propria casa sembrava essere intento in attività di confezionamento di stupefacente. Lo stesso, alla vita dei Carabinieri, si precipitava di scatto verso la propria abitazione dove faceva tra l’altro cadere dalle proprie tasche un bilancino di precisione ed una dose di eroina.

Una volta raggiunta la casa, il fuggitivo si asserragliava in bagno, riuscendo a gettare dalla finestre lo stupefacente posseduto. I militari, una volta effettuata la perquisizione domiciliare, rinvenivano a terra, proprio al di sotto della predetta finestra, ben 24 dosi di eroina per un peso complessivo di 24,2 grammi appena confezionati e termosaldati. A riscontro della paternità di tale quantitativo veniva rinvenuto addosso al soggetto un accendino a gas, utilizzato proprio per il confezionamento delle dosi.

Al termine delle operazioni i Carabinieri hanno proceduto a sequestrare quanto rinvenuto e trarre in stato d’arresto l’uomo successivamente sottoposto al regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nella mattinata di ieri, il GIP del Tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha convalidato l’arresto, applicando la misura cautelare degli arresti domiciliari che è stato nuovamente tradotto presso la propria abitazione.


 

 

Commenta

commenti