Home / Attualità / Ferramonti di Tarsia,I giorni della Memoria: celebrazioni dal 24 al 29 gennaio

Ferramonti di Tarsia,I giorni della Memoria: celebrazioni dal 24 al 29 gennaio

di SAMANTHA TARANTINO

ferramonti di tarsiaFerramonti di Tarsia. In questa settimana il mondo celebrerà il Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale stabilita il 27 gennaio di ogni anno, per ricordare le vittime dell’Olocausto.

Un giorno da ricordare sempre il  27 gennaio del 1945,quando i soldati sovietici dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di  Auschwitz. Da allora si celebra il ricordo affinchè non accada mai più.

A Ferramonti di Tarsia, il primo e più grande campo d’internamento  per ebrei stranieri d’Italia (1940 ndr), si celebrano da oggi 24 al 29 gennaio, “I Giorni della Memoria”.

FERRAMONTI DI TARSIA: I GIORNI DELLA MEMORIA ERANO STUDENTI. ERANO ERRANTI. ERANO EBREI

Erano studenti. Erano erranti. Erano ebrei. Così il titolo delle celebrazioni dei Giorni della Memoria a Ferramonti di Tarsia, iniziate questa mattina nella sala conferenze del campo con il recital “Quando Hitler rubò il coniglio rosa“.

A cura della Scuola primaria di San Lorenzo del Vallo. Testimonianze e proiezioni di filmati.

ferramonti di tarsiaDomani mercoledì 25 gennaio nella sala conferenze, IRSEM presenta “Sul filo della cultura…per non perdere la memoria” a cura di Senior Italia calabria. A seguire la celebrazione religiosa nella Chiesa SS.Pietro e Paolo di Tarsia presieduta da Monsignor Giuseppe Satriano.

Giovedì 26 gennaio, nella Sala Conferenze, con la moderazione della giornalista Fiorenza Gonzales ci saranno gli interventi di Roberto Ameruso sindaco di Tarsia.

Roberto Cannizzaro, Nicola irto, Franco Sergio,Cinzia Robbiano, Francesco Filareto, Yolanda Bentham, Dina Smadar ex internata. Teaser e presentazione del film “La croce e stella” del regista Salvatore Lo Piano.

Venerdì 27 gennaio nel Giorno della Memoria, celebrazione religiosa e deposizione della corona al monumento dedicato agli internati da aprte del parroco di Tarsia, Don Natale Caruso.

Interventi del sindaco di Tarsia Ameruso, il Prefetto Tomao che consegnerà  le medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili. Deportati  e internati  nei lager. Il Presidente della Regione Mario Oliverio, Roque Pugliese, Graziano Di Natale, Cinzia Robbiano. Messaggio di saluto di Lydia Shapirer, Silvio Wolf. A seguire con la moderazione della giornalista RAI, Annamaria Terremoto, “Mnemosine: La Memoria e il Dono di Sèdelle donnenella Shoah” a cura dell’IRSEM. Poi l’intervento del dottor Giuseppe Noia. Intermezzi musicali a cura del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, Spazio della memoria musicale “Kurt Sonnenfeld: Vienna Ferramonti, Milano”.

FERRAMONTI DI TARSIA: IL PROGRAMMA DI SABATO 28 GENNAIO

Sabato 28 gennaio, nella Sala Conferenza, gli interventi del Sindaco Ameruso, Roberto Cannizzaro, Maria Pia D’Andrea. Seguirà la proiezione del cortometraggio NUMB3RS “Iniziativa #ioricordo” – Artisti riuniti ferramonti. Esecuzione del brano “Goodbye” del chitarrista Massimo Garritano.

Seguirà una Maratona di lettura di testi tratti dal libro del professor Mario Rende e dal diario di prigionia del maestro Gustavo Milicchio. Esecuzione del brano “La Vita è bella” di Nicola Piovani.  Eseguito dall’Orchestra dell’Istituto Comprensivo Torano Lattarico. Sul finire Giornata di Studio a cura dell’Associazione Kiwais club Cosenza. Relaziona l’Ingegnere Andrea Campolongo. Domenica 29 gennaio, Convegno  “La Memoria ” a cura della UNPLI provinciale Cosenza.

 

 

 

 

 

Commenta

commenti