Home / Attualità / Straface: «Inconcepibile la decisione del sindaco su Levato, penalizzata un’intera comunità»

Straface: «Inconcepibile la decisione del sindaco su Levato, penalizzata un’intera comunità»

«La decisione del Sindaco di Corigliano Rossano di sdoppiare, di fatto, il Comando di Polizia Municipale rappresenta, oltre che un fatto a dir poco singolare, un’assurda penalizzazione nei confronti dell’uomo e del professionista avvocato Arturo Levato, stimato comandante del Corpo dei Vigili urbani, e di un’intera comunità».

E’ quanto dichiara Pasqualina Straface, ex sindaco di Corigliano Calabro e rappresentante del Movimento del Territorio:

«Da un lato, il sindaco giustifica la volontà di spostare l’Ufficio Tecnico Comunale da Corigliano a Rossano con la necessità di unificare uffici e servizi alla luce della città appunto unica, poi in materia di Polizia municipale, invece, suddivide, in modo illogico e senza alcun riferimento normativo, il Comando del medesimo Corpo nelle due distinte aree urbane. Com’è possibile – si chiede Straface – pensare di realizzare una città unica, di uniformare una così grande entità frazionando i settori in base ad arbitrari criteri, imposti in modo unilaterale e senza alcun confronto con cittadinanza e diretti interessati? Tale inconcepibile decisione ha suscitato la legittima reazione sdegnata di larghi strati della popolazione coriglianese, che ben conosce le competenze di Levato ma, soprattutto, ritiene a giusta ragione del tutto irrazionale la scelta di sdoppiare un settore di così primaria importanza, dal quale dipende la viabilità, la sicurezza, l’organizzazione della vita quotidiana. Un’ennesima pagina buia e triste dell’attuale fase politico-istituzionale priva di bussola organizzativa anche in materia di macchina comunale e che non possiamo in alcun modo accettare».


Commenta

commenti