Home / Breaking News / “Stop”, Rossano: assolto Nicoletti. Crollano le accuse

“Stop”, Rossano: assolto Nicoletti. Crollano le accuse

nicoletti“Stop” Rossano.Fioccano le assoluzioni, rideterminate pene di calibro. Crolla in larga parte l’impianto accusatorio nell’ambito dell’operazione antimafia “Stop” che ha visto boss e gregari alla sbarra e ipotesi di presunte contaminazioni anche nella politica. I giudici in Appello smontano le tesi dell’antimafia e ridimensionano in larga parte le pene inflitte in primo grado. Dichiarazioni discordanti dei collaboratori di giustizia hanno in parte rafforzato le tesi del nutrito collegio difensivo (Giovanni Scatozza, Aldo Zagarese, Giovanni Zagarese, Francesco Nicoletti, Marcello Manna, Giuseppe Belcastro, Francesco Acciardi, Maurizio Minnicelli, Gianni Giannicco, Salvatore Sisca, Andrea Salcina, Armando Veneto, Barbara Greco, Gianluca Ciampa, Vincenzina Leone) che ha incassato un ottimo risultato.  Totalmente riformata la sentenza emessa dal Tribunale di Castrovillari, dunque.  In particolare è stato assolto da ogni accusa l’Avv. Ivan Nicoletti con la formula perché il fatto non sussiste e per non aver commesso il fatto.  Nella stessa giornata si è riunito il Consiglio Distrettuale di Disciplina di Catanzaro per il procedimento disciplinare al quale era sottoposto l’Avv.Nicoletti e all’esito dell’udienza è stato prosciolto da tutti gli addebiti contestati.  All’epoca dei fatti Nicoletti svolgeva il ruolo di consigliere comunale. La giovane toga venne travolta da una bufera giudiziaria dalle dimensioni mediatiche enormi. Quelle accuse oggi cadono, ma l’immagine (e non solo) lesa resta.  Le tesi di una “politica” condizionata dalla criminalità organizzata manca oggi di riscontri. Pertanto vengono meno le verità processuali. Salvatore Galluzzi, difeso da Giovanni Scatozza,  è il nominativo che balza con maggiore evidenza nell’elenco di chi ha ricevuto un abbattimento della pena. L’uomo era ritenuto il mandante del tentato omicidio di “tom tom” , il braccio destro di  Nicola Acri.  Galluzzi passa da anni 25  a  3 anni e mesi 4. Questo il quadro complessivo: Orazio Acri (da anni 4 e mesi 6   –    in anni 3), Maurizio Barillari  (da anni 4  – in anni 1), Sergio Esposito (da anni 16 –   in anni 2 e mesi 4), Roberto Feratti (da anni 3 e mesi 4   – in anni 2 mesi 6), Vincenzo Interlandi (da anni 3 e mesi 4  –  in anni 2), Giuseppe Ferrante (da anni 20   – in anni 5 e mesi 4), Massimo Graziano (da anni 14 –  in anni 9), Isidoro Morfò (da anni 15 e mesi 4  – in anni 10 e mesi 3), Lucia Morfò (da anni 4   –  in anni 2 e mesi 4), Salvatore Morfò (da anni 21 e mesi 2  –   in anni 13 e mesi 6), GeLuigi Polillo (da anni 12  – in anni 4), Gennaro Scura(da anni 12 – in anni 4), Gaetano Solferino (da anni 13  – in anni 6).

Commenti