Home / Attualità / SS106, Rapani: «Forciniti, Abate e Cancelleri hanno parlato del nulla»

SS106, Rapani: «Forciniti, Abate e Cancelleri hanno parlato del nulla»

Secondo il dirigente nazionale di Fdi di Corigliano Rossano  «non esistono le risorse, non ci sono delibere Cipe»

«Sono molto compiaciuto del fatto che l’On. Forciniti e la Senatrice Abate, com’è noto fortemente contrari all’avvio del Megalotto 3, oggi si interessino di far realizzare al Governo un tratto di strada Statale 106 ammodernata da Sibari fino a Mandatoriccio chiedendo le 4 corsie. Ho approfondito, proprio questa mattina, i termini di quanto è stato riportato negli annunci di ieri sulla stampa dai due onorevoli e devo ammettere, tuttavia, di non aver trovato però alcun fondamento valido che possa lasciarmi sereno».

È quanto dichiara il dirigente di Fratelli d’Italia, Ernesto Rapani, componente dell’esecutivo nazionale del partito, da sempre vicino alle sorti della statale 106.

«Non esistono risorse provenienti dalla scorsa finanziaria – spiega – che prevedano risorse destinate alla Statale 106. Non vi sono delibere CIPE che destinano risorse e neanche nel DEF vi è nulla. Mentre, come è noto, nel “Piano per il Sud” non c’è nulla. L’unico investimento che ho potuto riscontrare è solo quello relativo al finanziamento dello studio di fattibilità del tratto Crotone-Catanzaro previsto nell’aggiornamento del contratto di programma di Anas ancora ad oggi non approvato».

Per Ernesto Rapani «resta questa, quindi, l’amara realtà, oltre gli annunci e le passerelle già viste ed in programma del Viceministro Cancelleri e del Ministro De Micheli. Sembrerebbe poco per chi doveva “cambiare” tutto ed invece finirà, purtroppo per noi, col non cambiare proprio un bel nulla!».

«Aggiungo, inoltre, che se quanto “annunciato” dai rappresentanti pentastellati nei giorni scorsi fosse vero, sarebbe assurdo. Semplicemente perché si decide di realizzare una 4 corsie da Sibari a Mandatoriccio senza un reale coinvolgimento del territorio o un dibattito pubblico: una bella inversione di tendenza per chi è stato eletto sotto lo slogan a cinque stelle “partecipa, scegli, cambia”».

«In tutta onestà avrei preferito che l’On. Forciniti e la Senatrice Abate avessero evitato di incontrare il Viceministro Cancelleri per discutere del sesso degli angeli. Sarebbe stato meglio se, invece, gli avessero chiesto, per esempio, perché non c’è un piano di assunzioni sul Megalotto 3 per i lavoratori del territorio, così come lamentato giorni fa dal Sindaco del PD di Roseto Capo Spulico Rosanna Mazzia, oppure perché non esiste un cronoprogramma dei lavori per il Megalotto 3».

«Finalmente è stata avviata una grande opera, 1.335 milioni di euro nella piana di Sibari, ma l’amara realtà ci consente di poter affermare che non esiste un piano del Governo affinché queste risorse possano essere utili per le imprese ed i lavoratori del territorio né esiste una minima programmazione che possa farci capire ora, in questo momento, quali siano i lavori in corso per la realizzazione dell’Opera e come quali lavori siano stati programmati nei prossimi mesi», conclude il dirigente di Fdi, Ernesto Rapani.


Commenta

commenti