Home / Attualità / Siulp Cosenza: necessario potenziare il Commissariato di Polizia di Corigliano Rossano

Siulp Cosenza: necessario potenziare il Commissariato di Polizia di Corigliano Rossano

Luciano Lupo, segretario provinciale di Cosenza del SIULP

È dei giorni scorsi l’ufficialità del cambio di denominazione dello storico Commissariato di P.S. di Rossano che, per effetto dell’unione dei Comuni di Corigliano e Rossano, ha assunto la nuova denominazione di “Commissariato di P.S. di Corigliano – Rossano”. L’Ufficio, pertanto, ha ora una competenza territoriale diretta raddoppiata rispetto al passato. Tutto questo, come evidenzia lo stesso Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Pref. Franco Gabrielli, a invarianza di organico e dotazioni. Tradotto in termini ancora più semplici, i carichi di lavoro del Commissariato si sono pressoché raddoppiati, soprattutto per quanto riguarda la Polizia Amministrativa e i servizi controllo del territorio e di prevenzione e soccorso pubblico, e l’organico, già esiguo per le esigenze del solo territorio di Rossano, è rimasto identico. Una “mission impossible”, quindi, per i pur bravi ed esperti poliziotti rossanesi.

SIULP A QUESTURA E PREFETTURA: POTENZIARE IL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI CORIGLIANO – ROSSANO

Il SIULP, nel mese di maggio e giugno, ha incontrato al riguardo, separatamente, Questore e Prefetto di Cosenza, con lo scopo di sollecitare l’Amministrazione della P.S. a progettare il potenziamento reale del Commissariato, commisurato alle reali esigenze del territorio, evidenziando che il nuovo Comune di Corigliano – Rossano è il terzo più popoloso della Calabria e, come area, il 27° più esteso di tutta Italia (quasi un quarto di Roma). E’ stata, altresì, evidenziata la complessità del territorio, martoriato dai noti fenomeni criminali e dalla presenza del Carcere di Massima Sicurezza che ospita pericolosi terroristi islamici, con tutto quello che ciò comporta. Proprio su questo tema, nel mese di novembre 2017, il SIULP aveva invocato l’istituzione, in loco, di una U.O.P.I. (le nuove Unità Operative di Pronto Intervento della Polizia di Stato, create proprio per contrasto al terrorismo). Tale esigenza è stata ribadita anche nel corso del Congresso Provinciale SIULP del 7 marzo 2018, come parte centrale e pregnante della Relazione del Segretario Generale, Luciano Lupo. Ebbene, nel decorso mese di maggio il Dipartimento della P.S. ha reso noto il suo progetto di istituzione di ulteriori U.O.P.I. sul territorio nazionale, non tenendo in considerazione la provincia di Cosenza e la Calabria. Infatti, la geografia della sicurezza vorrebbe ben tre U.O.P.I. in Veneto, altrettante in Emilia Romagna e in altre regioni del Nord e del Centro. La più vicina a Noi, se memoria non ci tradisce, dovrebbe essere istituita a Lecce.

SIULP: UNA SOLA VOLANTE PER QUADRANTE ORARIO E’ INSUFFICIENTE

Ritornando sui problemi che la gente avverte in modo più stringente, in relazione alla sicurezza reale e ancor più a quella percepita, il SIULP ha evidenziato alle predette Autorità provinciali di P.S., Questore e Prefetto, l’impossibilità da parte del personale del nuovo Commissariato di P.S. di Corigliano – Rossano di poter garantire presenza assidua su tutto il nuovo e vasto territorio di competenza con l’unica Volante, quando c’è, per quadrante orario. Con la presente non si vuole creare allarme sociale, ma non si può sottacere che luglio e agosto vedranno le coste joniche invase da decine di migliaia di turisti e il Commissariato avrebbe bisogno di rinforzi, seppur temporanei, in attesa di un nuovo assetto organizzativo di “prima fascia” per rispondere adeguatamente alle reali esigenze del territorio.

SIULP IL 26 GIUGNO A ROMA PER INCONTRO PRESSO DIPARTIMENTO PUBBLICA SICUREZZA

Il SIULP propone per l’estate che oramai sta per entrare nel vivo, l’aggregazione dei poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Rende a Corigliano – Rossano (così come anche sul territorio tirrenico, a Paola), evitando che, come successo in anni passati, che questi possano essere dirottati in altre regioni d’Italia. Si cominci, pertanto, da effettive “vacanze sicure”. Martedì 26 giugno prossimo una delegazione del SIULP, come anche annunciato a una deputata del Parlamento italiano (espressione del territorio calabrese), si recherà al Dipartimento della Pubblica Sicurezza per affrontare le problematiche testé citate e proporre lo spostamento degli uffici del Commissariato di P.S. di Corigliano – Rossano in un nuovo stabile più grande e confacente alle prevedibili maggiori esigenze.

FONTE COMUNICATO STAMPA SIULP COSENZA

Commenta

commenti