Home / Attualità / Il sindaco Ranù “blinda” Rocca Imperiale: test sierologici e tamponi per chi viene da fuori

Il sindaco Ranù “blinda” Rocca Imperiale: test sierologici e tamponi per chi viene da fuori

Il primo cittadino ha emesso l’ordinanza, il verificarsi di nuovi casi covid ha messo in allerta la comunità rocchese

«A seguito del diffondersi del virus ho disposto ordinanza che prevede per tutti coloro che provengono dalle zone colpite, prima di fare ingresso nel territorio comunale, l’obbligo del test sierologico e del tampone con conseguente osservanza della messa in quarantena sino all’esito dei test».

È quanto si legge in un post del sindaco di Rocca Imperiale, Giuseppe Ranù, che alla luce del verificarsi di nuovi casi di positività emersi all’interno della comunità rocchese negli ultimi giorni ha predisposto una nuova ordinanza che mira, di fatto, a tracciare tutte le persone che fanno rientro nel centro dell’alto ionio calabrese.

Ricordiamo che Rocca Imperiale, oltre ad essere la porta d’ingresso della Calabria nell’area di nord-est, e da qui anche verso l’interno del Pollino, è anche un comune con un altissimo tasso di emigrazione. Molti cittadini, infatti, risiedono fuori sede e in questo periodo di grande incertezza, con la paura di un nuovo lockdown, molti stanno pensando di rientrare. Da qui il timore del Primo cittadino che ha varato una stretta sui controlli sanitari.

Il provvedimento sindacale, già in vigore, è stato condiviso con le forze dell’ordine. Nei giorni scorsi, infatti, Ranù ha convocato un incontro un vertice «per mettere in campo tutte le iniziative utili per evitare il diffondersi di contagi».


Commenta

commenti