Home / Attualità / Il Sindaco Mundo chiede un incontro alla Dirigente D’Alfonso

Il Sindaco Mundo chiede un incontro alla Dirigente D’Alfonso

trebisacceA fronte delle numerose segnalazioni ricevute da genitori e studenti dell’I.I.S Liceo Galileo Galilei di Trebisacce, il sindaco Franco Mundo, dopo aver scritto al Ministro della Pubblica Istruzione e ai referenti istituzionali competenti, ha richiesto un incontro ufficiale alla dirigente dell’I.I.S. Liceo Scientifico Galileo Galilei di Trebisacce, Maria Rosaria D’Alfonso.

CONTENUTO DELLA LETTERA:

“La città di Trebisacce e tutta la sua comunità vivono, con estrema fierezza e orgoglio, la consapevolezza di ospitare un apparato scolastico riconosciuto a livello nazionale come un’eccellenza. Questo risultato appartiene a chi la scuola la vive con passione, agli studenti, al corpo docente, al personale scolastico e a tutti coloro che sposano il desiderio di far crescere questa realtà attraverso l’attenzione nei confronti degli studenti.

L’amministrazione comunale ha lavorato con impegno, senza sosta, anno dopo anno, e continua a farlo, per creare eccellenti sinergie, soprattutto per gli studenti, al fine di consentire ai figli del nostro territorio si poter godere delle migliori condizioni e di tutte le opportunità per portare avanti il proprio percorso di studi nella massima serenità, rimuovendo ogni ostacolo che possa turbare la propria formazione e la propria crescita, come uomini e come cittadini.

I nostri figli, che al mondo della scuola sono affidati con fiducia e determinate aspettative, sono in assoluto il bene più prezioso della nostra comunità, la loro difesa è il nostro principale compito. Alla luce di numerose segnalazioni di genitori e studenti che hanno denunciato uno stato di turbamento legato ad alcune dinamiche interne, ho ritenuto doveroso chiedere un confronto con la dirigente D’Alfonso. Ciò perché da queste dinamiche potrebbe essere derivata una perdita di fiducia dei genitori stessi nei confronti della dirigente scolastica.

In un precedente incontro con la dirigente avevo già segnalato la necessità di ripristinare lo status quo ante in alcune classi, relativamente all’impiego di alcuni insegnanti, palesemente incompatibili con gli studenti, tanto che erano stati assegnati ad altre sezioni e classi. Senonché, la stessa, violando palesemente anche un deliberato del consiglio di istituto, ha disposto il ripristino di una situazione chiaramente pregiudizievole per gli studenti, tanto che circa quindici alunni di una classe hanno chiesto il trasferimento ad altro istituto scolastico.

Tali provvedimenti e comportamenti hanno causato un danno enorme alla dimensione scuola di Trebisacce, agli studenti e ai genitori, che ho l’onore e l’onere di tutelare. Debbo, purtroppo e mio malgrado, riscontrare che le cronache di Milano testimoniano come la Dirigente D’Alfonso non sia nuova a contestazioni da parte dei genitori e degli studenti. Pertanto al fine di ristabilire un clima di serenità all’interno della comunità che sono stato incaricato di guidare, ritengo doveroso a fronte delle numerose richieste informali di chiarimenti già esperite e rimaste prive di risposta da parte della Dirigente in merito a questa spiacevole circostanza, chiedere agli organi in indirizzo, ognuno per quanto di competenza, di adottare gli opportuni provvedimenti e di ristabilire la legittimità dei comportamenti, valutando il trasferimento ad altra sede della Dirigente.

Trebisacce, e l’amministrazione comunale, non possono rimanere e non rimarranno sordi a fronte delle richieste di sostegno e supporto da parte dei propri figli, dei loro genitori e dei docenti, per il buon nome e per il prestigio della Scuola e della Città”.

Commenta

commenti