Home / Breaking News / Sindacati, annuncio mobilitazione pulizie ASP

Sindacati, annuncio mobilitazione pulizie ASP

COMUNICATO STAMPA

sciopero-cgil-uilIn data 16 dicembre us presso la prefettura di Cosenza si è tenuto il tavolo governativo tra ati CNS-cfs, che gestisce in appalto per l’ASP di CS il servizio di pulizie, le scriventi OOSS CGIL CISL e UIL di categoria, la regione Calabria, dip. Salute, alla presenza dell’incaricato di SE il Prefetto Tomao. L’incontro si era reso necessario per discutere del taglio ai servizi, nella misura del 5% che la conferenza stato-regioni aveva approvato il 2 luglio scorso. Dopo vari incontri e contatti informali tra le parti si era siglato in sede prefettizia un accordo che prevedeva che il 5% venisse ripartito per la maggior parte a carico dell’azienda (4%) e per un 1% residuo a carico di tutte le centinaia di lavoratori interessati, così evitando contraccolpi a famiglie talvolta monoreddito che su questo lavoro basano il sostentamento quotidiano, contemperando inoltre l’esigenza di garantire l’ottimale svolgimento di pulizia nei plessi ospedalieri e nei palazzi dell’ASP di Cosenza.
Come un fulmine a ciel sereno nella giornata di ieri l’altro una comunicazione aziendale disconosce a firma del proprio rappresentate al tavolo istituzionale ed annuncia che tutto il taglio deve essere necessariamente addossato alla forza lavoro. Ciò sarebbe un disastro non solo per le maestranze impegnate nel servizio ma, soprattutto metterebbe in crisi la pulizia e la sanificazione di ambienti delicati finanche degli ospedali, laddove insistono sale operatorie, laboratori d’analisi etc. etc.
Le modalità di comunicazione e la prassi siffatta dell’azienda in appalto sono da stigmatizzare, un tale episodio è non solo increscioso ma inaccettabile! Le scriventi OOS non rimarranno supine di fronte a tale arroganza ed oltre a aver proclamato lo stato d’agitazione del personale dipendete informano che nei giorni prossimi occuperanno pacificamente ma ad oltranza la sede dell’ASP di CS per chiedere il ripristino dell’accordo prefettizio.

Inoltre, informiamo che abbiamo unitariamente inviato una richiesta d’incontro urgente al Prefetto SE Tomao per  la convocazione di un nuovo tavolo alla presenza anche della regione Calabria per affrontare la problematica e ripristinare condizioni di normalità, anche nei confronti delle istituzioni preposte. Denunciano inoltre che a causa di alcuni subappalti ed appalti minori nei servizi di pulizie e portierato, si sono registrate da ultimo finanche continui ed immotivati ritardi nei pagamenti dei lavoratori nelle sedi centrali e periferiche e che, le scriventi OOSS, non tollereranno oltre comportamenti siffatti, arrivando a chiedere anche la revoca delle concessioni se non verrà ripristinato con immediatezza un normale contesto di legalità contrattuale e serenità sociale che le scriventi auspicano fortemente nell’interesse di tutti.

Filcams CGIL Fisascat CISL Uiltucs UIL – Segreterie Provinciali e territoriali di Cosenza e provincia

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*