Home / Breaking News / Siinardi: quanti fondi per gli indigenti locali?

Siinardi: quanti fondi per gli indigenti locali?

siinardi

Gaspare Siinardi

L’amministrazione Geraci, in quasi 4 anni di consiliatura, quali fondi di bilancio ha stanziato ed “intercettato” per le numerose famiglie coriglianesi le quali vivono in stato di indigenza? E’ la domanda che pone l’ex assessore al bilancio, Enzo Siinardi. Lo fa dopo che l’esecutivo ausonico ha fatto sapere di avere intercettato 1 milione e 700 mila euro. Finalizzati alla realizzazione di interventi di accoglienza integrata nei confronti dei migranti. “Prendiamo atto di tutto ciò – afferma Siinardi -. Però l’Amministrazione Geraci non può di certo ignorare come sul nostro territorio risiedano, oltre a qualche centinaio di migranti, almeno 40.427 cittadini coriglianesi suddivisi tra ben 15 frazioni, dal Baraccone fino a Thurio. Dei quali una buona fetta in condizioni di indigenza più o meno estrema.

SIINARDI: SEGUIRE L’ESEMPIO DEL PICCOLO COMUNE DI APRIGLIANO

Quali e quanti fondi l’Amministrazione Geraci avrebbe dedicato alla lotta alla povertà sul territorio? Quali e quanti fondi l’Amministrazione Geraci ha rivolto alla “formazione e riqualificazione lavorativa” dei nostri concittadini? Quali e quanti per l’emergenza abitativa e sociale del territorio? Un mio carissimo amico di Aprigliano, comune di nemmeno 3 mila abitanti mi ha inviato una prova documentale di quello che io personalmente reputo essere un magistrale esempio di amministrazione locale. Concretamente al servizio dei cittadini, soprattutto quelli in difficoltà. Il comune di Aprigliano ha emanato un “avviso pubblico per la concessione di contributi economici straordinari in favore di nuclei familiari indigenti”. Con i quali l’amministrazione apriglianese intende “garantire un livello minimo di sussistenza nel proprio ambiente di vita” ai suoi concittadini in difficoltà.

Potete ben immaginare quanto possano essere limitate le entrate di un comune di appena 3 mila abitanti. Ma, nonostante tutto, l’amministrazione locale è comunque riuscita a ritagliare un capitolo di bilancio da dedicare ai cittadini più bisognosi. Cosa avrebbe fatto in tal senso l’amministrazione Geraci. In quasi 4 anni di consiliatura per i cittadini coriglianesi in difficoltà? Eppure, solo qualche giorno fa, la stessa amministrazione Geraci, a mezzo dell’assessore al bilancio pro-tempore, mi pare abbia comunicato di avere in cassa almeno 5,5 milioni di euro di liquidità. Perché l’amministrazione Geraci non impiega almeno una piccola parte di tale “tesoretto” per le famiglie coriglianesi in difficoltà? Soprattutto in virtù del fatto che ai migranti ospitati sul territorio ci pensa già direttamente lo Stato?”.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenti
Inline
Inline