Home / Attualità / Sibari, sopralluogo per allestimento fiera Nautica

Sibari, sopralluogo per allestimento fiera Nautica

fiera nauticaFiera Nautica, Sibari.Altro sopralluogo logistico, sul territorio sibarita in vista della Fiera Nautica che permetterà di creare il grande distretto portale della Magna Grecia.

L’ingegnere Antonio Melpignano, presidente del molo di Sant’Eligio (Taranto), con l’architetto Terenzio Lomartire, l’architetto Carmine Gallippi responsabile della struttura. Presenti l’assessore della regione Calabria, Carmela Barbalance, delegata  allo Sviluppo economico e promozione delle attività produttive. Ad accompagnare i graditi ospiti provenienti dalla Puglia, l’organizzatore di eventi Giuseppe Semeraro, nonchè l’amico della città di Cassano.

A far le veci del Sindaco di Cassano impegnato a Roma per motivi istituzionali, l’assessore alle attività produttive Alessandra Oriolo accompagnata dell’ingegnere Paola Grosso. E gli assessori Iuele, Tricoci, Cimbalo e Salmena, il consigliere comunale Filena Alfano, il geometra Antonio Iannicelli e il dirigente del settore lavori pubblici l’ingegnere Rummolo.

FIERA NAUTICA: LA SCELTA DI SIBARI

La scelta su Sibari, a dire degli attori interessati, è stata fatta per mettere in rete città di origini Magno Greche. Centro della visita i cantieri nautici del complesso turistico dei Laghi di Sibari, poi, si è fatto visita al sito archeologico dove fu Sibari e al campetto di calcio. Il progetto della Fiera Nautica ha un’ampia portata infatti coinvolgerà Puglia, Basilicata e Calabria. Godrà del patrocinio del ministro dei Beni e delle attività Culturali, Dario Franceschini.

La campagna pubblicitaria, che avrà una risonanza nazionale, sarà curata dal giornalista Francesco Giorgino. E una conferenza stampa di presentazione che si terrà a Palazzo Marino a Roma. La nautica da diporto e il turismo del mare rappresentano due delle maggiori opportunità per il rilancio economico di questi territori. Luoghi che hanno avuto la fortuna di possedere, naturalmente, tali predisposizioni.

FIERA NAUTICA: GREEN ECONOMY

Sono questi due parti basilari della cosiddetta “green economy” che, se venissero finalmente sfruttate appieno porterebbero alla valorizzazione della vocazione imprenditoriale. Uno sbocco naturale di Città di mare e sul mare. Inoltre, la volontà della Fiera Nautica a Sibari è anche l’atto consequenziale della firma del Patto d’Amicizia con la città di Taranto. Tenuta nel mese di settembre 2016.

Per definizione “patto d’amicizia” significa proprio: “ l’unione tra due realtà che vogliono porre in essere iniziative in campo economico o culturale. Sono sempre state alla base della costruzione di rapporti tra città lontane e nella maggior parte dei casi. Grazie alle ricadute sui partecipanti e sui territori, esse hanno costituito l’inizio di un discorso più ampio.”Secondo gli accordi concretizzatisi nella mattina l’evento dovrebbe svolgersi nel mese di Giugno prossimo. Vuole essere una importante vetrina a livello nazionale e internazionale.

FIERA NAUTICA: PROMUOVERE LAGHI DI SIBARI

Promuovere i Laghi di Sibari, ma anche tutto il territorio a 360 gradi.

 Il Marina Molo di Sant’Eligio, presieduto e diretto dall’ingegnere Antonio Melpignano, coadiuvato dalla figlia Giada, conta di 250 posti barca. Munito di pontili e banchine, piazzali di rimessaggio e di tutti i servizi inerenti, è ubicato nel centro storico di Taranto. L’unione tra le due realtà porterebbe a notevoli vantaggi sia a livello culturale che economico. Gli ospiti hanno inteso, infatti, prospettare la creazione di un vero e proprio distretto portuale della Magna Grecia che parta da Taranto e arrivi ai Laghi.

Poi torni indietro toccando durante il tragitto le realtà portuali sempre afferenti al mondo Magno Greco. Le strutture che hanno osservato gli ospiti pugliesi ci sono tutte e le idee anche. Bisogna ora, soltanto, cercare il modo per metterle in rete. Come diceva il Presidente Kennedy: “due sono solo i punti certi l’inizio e la fine.

Conoscendo questo bisogna porre in essere le strategie migliori per disegnare il percorso”.

Ormai la macchina organizzativa è partita, il prossimo appuntamento è fissato tra dieci giorni

Commenta

commenti