Home / Attualità / Sibari: per non dimenticare la shoah

Sibari: per non dimenticare la shoah

Di REDAZIONE

sibariTra i banchi di scuola in memoria delle persecuzioni naziste. L’Istituto Comprensivo “Umberto Zanotti Bianco” di Sibari per celebrare la “giornata della memoria” ha ospitato la signora Edith Fishhof Gilboa, nata a Vienna, prigioniera nel campo di Ferramonti di Tarsia, il primo e più grande campo di internamento per ebrei stranieri d’Italia. E tra i ricordi di un’infanzia strappata, la fuga e la repressione la signora Edith attraverso il suo racconto vuole essere da esempio e monito allo stesso tempo per i giovani allievi della scuola diretta dalla professoressa Rosanna Rizzo e non solo a loro. Durante la manifestazione celebrativa, tenutasi nell’Auditorium “Don Milani” di Sibari, è stato poi presentato il libro della stessa, dal titolo “I colori dell’arcobaleno sul mare”, ricco di fatti inerenti la prima guerra mondiale e i tragici periodi dalla promulgazione delle leggi razziali del 1938.  Un bel riconoscimento per la scuola Zanotti Bianco che, inoltre,  è entrata nella rete delle scuole Unesco, con un progetto scolastico sul tema shoah, coordinato dalla professoressa Fortunata Adele Milone.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*