Home / Attualità / Servizio di radiologia sospeso, a Cassano pronti alla mobilitazione

Servizio di radiologia sospeso, a Cassano pronti alla mobilitazione

“Non possiamo consentire che i cittadini di Cassano continuino ad essere penalizzati politiche sanitarie che negano l’accesso ai Lea”

cassanoMentre il servizio di radiologia del poliambulatorio di Cassano all’Ionio continua ad essere sospeso, Francesco Garofalo – portavoce del Comitato di cittadini per il diritto per la salute di Cassano – annuncia la messa in atto di forme di protesta chiamando a raccolta la popolazione. “Non possiamo accettare – denuncia Garofalo – che una nostra richiesta venga ignorata da parte delle istituzioni pubbliche. Agli atti dell’ufficio del commissario straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza ci sono ben tre comunicazioni, in cui si segnala il disservizio del gabinetto radiologico presso il poliambulatorio di Cassano. Tutti gli utenti loro malgrado, non possono usufruire di una semplice radiografia in un territorio, già di per se fortemente penalizzato per la mancanza di una struttura ospedaliera.

Di certo non possiamo consentire che i cittadini di Cassano continuino ad essere ancora una volta penalizzati da scelte e politiche sanitarie, che negano l’accesso ai livelli essenziali di assistenza, che il servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire e garantire a tutti. Le fasce più penalizzate risultano essere gli anziani e quelle meno abbienti, costretti loro malgrado, a far ricorso anche a strutture private al di fuori del proprio comune di residenza. Atteso che l’azienda sanitaria non ha ad oggi adottato nessun provvedimento, abbiamo fatto appello al Prefetto di Cosenza, affinché intervenga per l’immediato ripristino del servizio, e così evitare ulteriori disagi”.


Commenta

commenti