Home / Breaking News / Servizio mensa Rossano, Rapani: ennesimo fallimento

Servizio mensa Rossano, Rapani: ennesimo fallimento

servizio mensa«Come al solito i Servizi sociali del Comune di Rossano dimostrano di non essere in grado di gestire un settore così delicato». A dichiararlo è il capogruppo consiliare di Rossano e portavoce regionale di Fratelli d’Italia, Ernesto Rapani. Che interviene nel dibattito generatosi a margine di quanto sta accadendo intorno al servizio mensa delle scuole elementari comunali. «Questa Amministrazione continua a fare le cose sempre all’ultimo istante utile. Come accaduto per la gestione degli immigrati, del servizio di assistenza ai disabili nelle scuole ed in questi giorni per la mensa scolastica. Ebbene è intollerabile che le nefandezze ricadano sui rossanesi. I governanti, dovendo coprire le spese del servizio, hanno pensato bene di imboccare la via più semplice per risolvere i problemi. Ovvero aumentare le tariffe a dismisura piuttosto che controllare chi evade. Fingono, insomma, di tutelare le fasce deboli. Ma concretamente fanno ricadere su di queste le loro incompetenze».

Il capogruppo di Fdi-An è convinto che «basterebbe controllare le certificazioni Isee. Ed evitare, dunque, una sorta di evasione per recuperare le somme utili alla copertura comunale del servizio. Perché probabilmente gli Isee stessi vengono presentati con troppa facilità. Meglio, quindi, dei controlli preventivi tesi a non far lievitare le tariffe per evitare di far gravare i costi sull’utenza».

SERVIZIO MENSA, RAPANI: COME AL SOLITO I PROBLEMI SI AFFRONTANO ALL’ULTIMO ISTANTE

Ernesto Rapani, l’ultima considerazione politica la esprime nei confronti della gestione dell’Assessorato ai Servizi sociali: «Adesso c’è da aspettarsi la fervida protesta delle famiglie. E poiché come al solito i problemi si affrontano all’ultimo istante, ovvero domani, quando inizierà il servizio mensa con un provvedimento emesso dal Comune nella scorsa settimana, in considerazione di una gestione assolutamente fallimentare del settore, sarebbe lecito attendersi delle conseguenze. Ne prenda atto l’Amministrazione e si determini l’assessore Angela Stella».

Commenta

commenti