Home / Breaking News / Scutellà (M5S) su depurazione Corigliano-Rossano

Scutellà (M5S) su depurazione Corigliano-Rossano

scutellàElisa Scutellà – deputata del M5S – affronta a viso aperto una delle criticità più importanti del territorio di Corigliano-Rossano. “Il problema del depuratore non può tornare d’attualità solo col sopraggiungere dei mesi estivi. Noi siamo una città ad evidente vocazione turistica. Disponiamo di un assetto geomorfologico tale da consentirci di poter essere paesaggisticamente all’avanguardia e attrarre il maggior numero di turisti. Ma se si continuano ad ignorare i problemi non riusciremo mai a far decollare la nostra economia. L’iter che avrebbe dovuto portare all’ormai noto depuratore consortile è rimasto impelagato tra lungaggini burocratiche”.

La Scutellà quindi, dopo un’analisi costi/benefici, ritiene sia giunto il momento di chiedere conto alle istituzioni coinvolte “perché ogni anno di ritardo equivale a 700.000 euro di sanzione da corrispondere per l’inquinamento del nostro mare. Per tali motivi ho ritenuto opportuno un confronto con il Prof. Enrico Rolle, Commissario Straordinario Unico per la Depurazione, per avere ragguagli in merito e sollecitare l’inizio dei lavori previsti.

SCUTELLA’: EVITARE L’ULTERIORE PROCASTINARSI DELL’OPERA

Il problema ritengo infatti debba essere risolto adesso valutando anche l’opportunità di non proseguire l’iter di realizzazione della piattaforma depurativa con il Consorzio vincitore. Il mio obiettivo è evitare l’ulteriore procrastinarsi dell’opera e l’avvio dei lavori, possibilmente con le opportune modifiche progettuali, in nome della tutela dell’ambiente e del successo del turismo che merita il nostro territorio. I miei concittadini hanno diritto di conoscere una data certa entro cui il nuovo depuratore entrerà in funzione”

Commenta

commenti