Home / Breaking News / Scuole, 475mila euro per Rossano

Scuole, 475mila euro per Rossano

scuole475 mila euro: a tanto ammontano gli investimenti destinati a Rossano per l’edilizia scolastica. Finalizzati a interventi di riqualificazione, messa in sicurezza e adeguamento energetico nelle scuole dei plessi di Amica e Piragineti. Lo comunicano l’assessore alla pubblica istruzione Angela Stella e il Sindaco Stefano Mascaro. Che nei giorni scorsi si è personalmente recato a Roma al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Acquisendo diretta conferma dell’attribuzione degli spazi finanziari e dell’assegnazione alla cosiddetta operazione Sblocca Scuola 2017 di 350 mila euro per Piragineti e di 125 mila per Amica.

L’investimento recuperato per Rossano fa parte dei 700 milioni di euro sbloccati per edilizia scolastica, dissesto idrogeologico e adeguamento antisismico. Previsti nel decreto del Ministero in base alla Legge di Bilancio 2017. Lo spazio finanziario è un beneficio concesso alle regioni che si riversa sugli enti locali. Gli interventi di riqualificazione energetica ed architettonica, in particolare riguarderanno l’Auditorium di Piragineti. Che rappresenta un’estremità del piano terra della scuola media. E ancora la Palestra e gli annessi servizi igienici e spogliatoi. Entrambi gli ambienti risultano oggi in pessimo stato di conservazione. A causa delle prolungate infiltrazioni di acqua piovana che ne hanno determinato l’inagibilità per la presenza di muffe e distacchi di intonaco. Pregiudicandone anche la sicurezza statica.

SCUOLE, SOSTITUZIONE DEL GENERATORE DI CALORE A PIRAGINETI. RIQUALIFICAZIONE DELLA PALESTRA DI AMICA

Tra gli altri interventi sono previsti la sostituzione del vecchio generatore di calore risalente al 1988. Con un impianto moderno, sicuro, efficiente e rispettoso dell’ambiente. La revisione e sostituzione degli infissi. Il rinnovamento delle finiture interne. L’abbattimento delle barriere architettoniche e la riqualificazione dei marciapiedi esterni. La scuola materna e media di Amica è provvista di una palestra con struttura portante in legno lamellare. Che, allo stato, si presenta in totale stato di abbandono. E quindi inadatta a qualsiasi tipo di attività per la rottura del telo di copertura in materiale plastico. Si punta quindi a consentire l’uso della struttura scolastica anche per attività non agonistiche extra scolastiche. E ad aumentare la qualità dei servizi ai cittadini, riqualificando il tessuto urbano.

Allo scopo di prevenire qualsiasi atto vandalico, come già avvenuto sul’originario telo di copertura, è stata eseguita una ricerca sui materiali. La copertura della palestra sarà realizzata con pannelli coibentati. Con la parte superiore in alluminio interposto a materiale isolante. Tra gli interventi è previsto anche l’ampliamento sui due lati corti della palestra di due corpi avanzati con strutture in legno lamellare. Oltre alla revisione dell’impianto elettrico con la fornitura e montaggio di fari e lampade di emergenza a Led.

Commenta

commenti