Home / Breaking News / Schiavonea, Scarcello: subito un sistema di raccolta acque

Schiavonea, Scarcello: subito un sistema di raccolta acque

schiavoneaNuova proposta del coordinatore cittadino Corigliano Rossano de Il Coraggio di Cambiare l’ItaliaVincenzo Scarcello. Che rimarca la necessità di prevedere un sistema di raccolta e defluizione delle acque bianche efficiente nello storico borgo marinaio di Schiavonea. “Che permetta – si legge – di non dover più far fronte ai continui allagamenti causati dalle piogge. Dovrà essere questa una delle priorità dell’agenda programmatica della prossima Amministrazione comunale di Corigliano-Rossano. Aggredire e risolvere uno dei problemi atavici del territorio comunale. Che mette a rischio non solo i tanti residenti della località costiera ma anche le numerose attività commerciali che vi operano.

Credo siano maturi i tempi – dice Scarcello – per informare i cittadini sui programmi e le priorità che bisognerà affrontare da subito per garantire sviluppo alla terza Città della CalabriaLavori pubbliciinfrastrutture e servizi sono, a nostro avviso, la leva della crescita di questa grande realtà urbana. La capacità della nuova Amministrazione comunale dovrà esse quella di poter partire dai problemi che esistono da decenni. Che mai nessuno è stato in grado di risolvere. E questo proprio per infondere un carico di fiducia alla gente affinché si renda ancora piùartefice e protagonista del grande e storico processo di fusione delle città di Corigliano e Rossano.

SCHIAVONEA, SCARCELLO: LA PRIMA OPERA DI PUBBLICA UTILITA’ DI CORIGLIANO ROSSANO

Partire da una questione fin troppo evidente e socialmente invalidante, come quella della mancanza di una rete di raccolta e smaltimento delle acque bianche a Schiavonea, è un punto fondamentale e non differibile. Nei primi cento giorni di governo si dovranno avviare lo studio di fattibilità e l’individuazione delle risorse; nonché la progettazione di un intervento che dovrà essere la prima opera di pubblica utilità di Corigliano-Rossano. La nuova città ha ereditato tanti problemi legati perlopiù alla gestione dei servizi. Ma – tranquillizza Scarcello – siamo convinti che non sono difficoltà insuperabili. E questa consapevolezza ce la trasmette quotidianamente la commissione prefettizia alla guida del Comune. Alla quale va dato merito, tra le altre cose, di aver saputo da subito programmare ed equiparare proprio l’impianto dei servizi. Dando ascolto alle istanze dei cittadini e delle parti sociali e politiche.

Per esempio, l’attività simultanea di bonifica e riqualificazione ambientale avviata sull’intero territorio cittadino, da Apollinara a Pantano Martucci, è sicuramente un ottimo esempio di come questa grande macchina burocratico-amministrativa può essere capace di assolvere alle esigenze di tutta la comunità. Ovviamente ci muoviamo, in questo momento, nell’ambito dell’essenziale. Ma domani avremo preziose basi organizzative da cui partire e migliorare.

Commenta

commenti