Home / Attualità / Schiavonea, i carabinieri arrestano un 22enne albanese: portava in macchina 6 dosi di cocaina

Schiavonea, i carabinieri arrestano un 22enne albanese: portava in macchina 6 dosi di cocaina

Un week end di lavoro intenso per i militari dell’Arma: denunciato anche un quarantenne per il reato di ricettazione di documenti

Aveva sei dosi di cocaina nascoste all’interno di un pacchetto di sigarette pronte per essere spacciate. È così che i militari della compagnia di Corigliano, diretti dal capitano Cesare Calascibetta, lo scorso sabato notte hanno fatto scattare le manette ai polsi di un cittadino albanese 22enne.

I fatti. Nella notte tra venerdì e sabato scorsi, due pattuglie dei carabinieri in attività su Schiavonea si accorgevano della presenza di due auto, parcheggiate in modo sospetto – l’una difronte all’altra – in un’area prospicente a via della Libertà. Alla vista delle auto del nucleo radiomobile le due vetture in sosta iniziavano a lampeggiarsi tra loro per poi darsi alla fuga per le vie del borgo marinaio. Al termine di un lungo inseguimento, però, una delle due auto sospette veniva fermata dalle gazzelle. Alla guida c’era proprio il giovane albanese mentre sul laro passeggero si trovava una persona del posto. I due dimostravano subito ai carabinieri un atteggiamento intimorito. Alla successiva richiesta di documenti il giovane albanese ne era privo. Partiva, così, la perquisizione del veicolo. Sotto il sedile del guidatore veniva ritrovato dai militari un pacchetto di sigarette con all’interno sei dosi già incelophanate di cocaina pronte allo smercio. I carabinieri sono passati, così, alla perquisizione personale del cittadino albanese che ha portato al rinvenimento di circa 500 euro in contanti. Una cifra di cui lo stesso giovane non ha saputo dare giustificazioni dal momento che non svolge un lavoro, non è residente in Italia e non è mai stato occupato. Pertanto, d’accordo con la Procura di Castrovillari veniva sequestrata tutta la merce (droga e soldi) ed il soggetto tratto in arresto.

Le attività di controllo del territorio da parte dei militari dell’Arma della compagnia di Corigliano sono proseguite anche per tutta la giornata di sabato e domenica. Proprio ieri, infatti, nel territorio coriglianese veniva fermato un cittadino 40enne, pregiudicato, residente nell’area di Rossano che, a seguito di perquisizione, veniva trovato in possesso di documenti d’identità rubati a Cassano Jonio nei mesi scorsi. L’uomo è stato denunciato per il reato di ricettazione mentre i documenti saranno restituiti ai legittimi proprietari a cui erano stati sottratti, tra cui anche alcuni turisti milanesi.


 

Commenta

commenti