Home / Attualità / Schiavonea capitale del Jazz per una notte

Schiavonea capitale del Jazz per una notte

Giovedì 13 tappa del prestigioso Peperoncino Jazz Festival con Scannapieco e il Lifetime Quartet; a seguire Borgo in Jazz

«Estate in Co.Ro. 2020, a Corigliano-Rossano torna il Peperoncino Jazz Festival. Giovedì 13, alle ore 22, salirà sul palco del Quadrato Compagna Daniele Scannapieco con il Lifetime Quartet. A seguire, sempre a Schiavonea, risuoneranno le note di Borgo in Jazz».

È quanto fa sapere l’assessore alla Città europea Tiziano Caudullo informando che per quanto riguarda la rassegna itinerante del PJF l’ingresso, per le prescrizioni anti-Covid, è consentito fino ad esaurimento dei posti.

Via Gaeta, via Napoli e Via Genova. È qui che, a seguire, si esibiranno Flavio Scanga (chitarra) e Nives Raso (voce); Alessandro Guido (voce e chitarra) e Rocco Riccelli (trumpet); i Fratelli de Alamaviva, Eugenio Conforti al sax, Aldo Borromeo al pianoforte e Salvatore Pucci al contrabbasso; Andrea Paternostro (sax), Alessandro Marzano (drums) e Francesco Tino (basso). Borgo in Jazz sarà impreziosito dalla mostra artistica con diverse opere curata dal Centro Arte Club.

Il cielo tra miti e leggende – serata astronomica e musicale. È, questo, il titolo dell’evento che si terrà domani, mercoledì 12 agosto, dalle ore 21 al Patire, complesso monumentale a 600 metri sul livello del mare.

Sguardo a contemplare le costellazioni ed orecchio attento a lasciarsi emozionare dai racconti mitologici ispirati alle stelle e dalla musica barocca.  Sarà possibile prevedere la contemplazione del cielo stellato a occhio nudo con l’ausilio di puntatori laser a luce verde, illustrando stelle e costellazioni e associando quest’ultime a racconti mitologici. L’osservazione astronomica è a cura di Angela Maria Zavaglia, con gli interventi di Francesco Speciale relativi alla disciplina dell’astrologia antica. L’osservazione con i telescopi, strumenti idonei a indagare le caratteristiche degli oggetti celesti, è a cura degli astrofili Vincenzo Ragusa e Stellina Carolei.

In caso di condizioni meteorologiche avverse, l’osservazione del cielo sarà virtuale, attraverso un software di simulazione astronomica.

L’osservazione delle stelle sarà accompagnata da intermezzi di musica barocca a cura dell’Accademia musicale Rossanese, con Agostino Brunetti al clavicembalo, il soprano Marilù Brunetti ed il baritono Alessandro Castriota.


Commenta

commenti