Home / Attualità / Scalea: presentato progetto “più differenziata-uniti nel separare”

Scalea: presentato progetto “più differenziata-uniti nel separare”

COMUNICATO STAMPA

momento dell'incontro scaleaÈ stato presentato presso il COMUNE DI SCALEA il progetto “PIÙ DIFFERENZIATA-UNITI NEL SEPARARE”, che l’amministrazione comunale porterà avanti insieme all’Azienda ECOROSS SRL. Che gestirà il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti per i prossimi cinque anni. Più di duecento persone presenti all’incontro, cui hanno partecipato il Commissario prefettizio del Comune di Scalea Salvatore CACCAMO, l’Amministratore unico di Ecoross Walter PULIGNANO, i consulenti aziendali di Ecoross Angela CELESTINO e Gianluca CHIARELLO.
Il Commissario prefettizio Salvatore CACCAMO ha rimarcato l’importanza del progetto, che si pone importanti obiettivi nel corso del quinquennio. Messaggio chiaro lanciato da Caccamo ai trasgressori delle regole da seguire per la buona riuscita di tutto il sistema di raccolta differenziata. Infatti saranno installate cinque telecamere di videosorveglianza nei punti più critici del territorio comunale, proprio per evitare che si abbanchino cumuli di rifiuti creando mini-discariche. “Noi facciamo e faremo – ha detto Caccamo – tutti gli sforzi ed i sacrifici necessari affinché Scalea diventi un modello nella gestione dei rifiuti. Ma i cittadini devono diventare più consapevolidell’importanza di quanto si va a fare. Differenziare significa tutelare il territorio e creare le basi per un futuro migliore. Tutti insieme ce la possiamo fare”. L’Amministratore unico di Ecoross, Walter PULIGNANO, ha sottolineato come “il 35% di raccolta differenziata che già si ottiene a Scalea è un buon punto di partenza. Ma noi puntiamo già sin dal primo anno a raggiungere il 65% per poi arrivare, alla fine del quinquennio, a superare il 70%. È un risultato che possiamo raggiungere soltanto se ci sarà una perfettasinergia tra Comune, Azienda e cittadini. Che sono certo ci sarà. Noi – ha proseguito Pulignano – mettiamo a disposizione della collettività e del territorio tutta la nostra esperienza ed i nostri mezzi. Puntiamo a rendere Scalea una città pulita, vivibile e virtuosa. Per ottenere questi obiettivi c’è bisogno di un servizio puntuale (che assicureremo), di cittadini informati e di una puntuale azione di controllo per individuare i trasgressori. La nostra proposta prevede alcune novità – ha proseguito Pulignano – con nuove tipologie di rifiuti da raccogliere come gli oli vegetali ed i rifiuti urbani pericolosi (RUP). Forniremo, inoltre, alle utenze commerciali contenitori sia per l’interno che per l’esterno, agli uffici ed alle scuole gli ecobox”. La consulente Angela CELESTINO ha presentato i dettagli del progetto, che partirà il prossimo 1° marzo. “Sono state attivate – ha detto la consulente aziendale – quattro isole ecologiche in Via Castello, Porta Cimalonga, Galleria Cimalonga e Piazza Ordine. La città è stata suddivisa in tre macro zone: parchi, pianura e centro storico. Per ognuna di queste zone è stato ideato un sistema di raccolta differenziata dei rifiuti che ben si coniuga con le sue caratteristiche. In particolare – ha proseguito Celestino – nella zona “pianura” si punterà molto sulla raccolta “porta a porta” spinta. E su ogni contenitore verrà applicato un codice a barre che servirà ad identificare l’utente tramite un apposito strumento”. Il consulente Gianluca CHIARELLO ha rimarcato l’importanza dellacomunicazione, sui cui l’Azienda Ecoross punta tantissimo.

“Una comunicazione boomerang – ha detto Chiarello – che parte da noi e ritorna carica delle esigenze degli utenti. Un feedback importantissimo per la nostra Azienda che può continuare, così, a migliorare insieme ai cittadini le condizioni di vivibilità del territorio”.
Si è già provveduto all’installazione di cento nuovi cestini ed è già stato attivato il numero verde per la differenziata: 800 194 911. Cui ogni cittadino può chiamare per avere qualsiasi tipo di delucidazione in merito al sistema della raccolta differenziata. Per qualsiasi tipo di rifiuto (inerti, sfalci, Rae, ingombranti, neon, toner, oli usati, ecc.) sono state attivate due isole ecologiche: una in località La Bruca e l’altra in località Lintiscita.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*