Home / Breaking News / Santelli su turismo: “La Calabria resta al palo”

Santelli su turismo: “La Calabria resta al palo”

Jole-Santelli-2«Se il 2015 era un anno interlocutorio, il 2016 avrebbe dovuto far registrare una netta inversione di tendenza rispetto al passato nell’accoglienza turistica: invece, mentre tutto il Sud fa registrare crescite di presenze straordinarie la Calabria è l’unica regione a rimanere stabile». Lo afferma, in una nota, il coordinatore regionale di Forza Italia, Jole Santelli. «Oliverio continua a trincerarsi nel passato – prosegue Santelli – cercando di far dimenticare che in diciotto mesi la sua Giunta non ha fatto niente, né per la depurazione, né per promuovere l’immagine della nostra terra. Solo a giugno -, prosegue Santelli – sono state liberate parte delle somme per la depurazione, troppo tardi per impedire che parte delle nostre coste fossero ancora preda di sporcizia. Albergatori e utenti sono stati abbandonati mentre nessuna attività promozionale seria di marketing è stata portata avanti».
«Siamo stati in religioso silenzio già da giugno – sostiene ancora la parlamentare azzurra – per impedire che si sviluppasse un clima negativo per le nostre imprese ma ora che il booking è chiuso non possiamo non censurare un immobilismo nocumentoso e assurdo. Al netto della Costa degli Dei, che va avanti per capacità proprie, tutte le altre zone fanno registrare cali o al massimo parametri identici allo scorso anno, mentre Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia volano.

La politica del faremo è una compulsione inarrestabile a non fare, espressione di un governo del territorio insufficiente, improbabile e incapace di amministrare bisogni complessi. La regressione che conosce la Calabria si scontra con una pervicace assenza autocritica: come Erostrato, Oliverio si prepara a compiere il percorso finale per “bruciare” ogni residua speranza di riscatto economico e sociale».

Fonte: Il Corriere della Calabria

Commenta

commenti