Home / Attualità / Sanità, per RossanoFutura tanti gli “spropositi” e le censure dopo l’incontro in Regione

Sanità, per RossanoFutura tanti gli “spropositi” e le censure dopo l’incontro in Regione

tonino-caracciolo-3

Per esigenze di chiarezza e correttezza istituzionale avendo richiesto ed ottenuto in uno con gli altri Gruppi di opposizione un incontro dei capigruppo con il Presidente della Giunta Regionale ed il Direttore Generale dell’ASP, avendo letto vari comunicati stampa emessi anche da soggetti che non avrebbero dovuto partecipare all’incontro, riteniamo utile esprimere talune valutazioni espresse in quella riunione”.

Così si esprime il capogruppo di Rossano Futura, Tonino Caracciolo, dopo aver partecipato alla conferenza dei capigruppo tenutasi a Catanzaro nei giorni scorsi sul tema “sanità”.
“Valutazioni, le nostre – dichiara l’ex sindaco – di censura, innanzitutto verso il Presidente del Consiglio che ha invitato, benché non concordato in Conferenza dei Capigruppo, il solo Consigliere Regionale Graziano mentre sarebbe stato utile concordare e prevedere la presenza dell’intera rappresentanza del territorio (Bevacqua e Giudiceandrea) ed ha anche esteso l’invito ad altri consiglieri di maggioranza, vanificando così la valenza istituzionale dell’incontro. Di dissenso verso talune posizioni critiche verso il Comune di Corigliano espresse dal Consigliere Graziano, ritenendo RossanoFutura, in concordanza con il Presidente della Regione, che il previsto Consiglio Comunale sia tenuto insieme a Corigliano – accomunato a Rossano dall’obiettivo strategico della fusione – perché insieme a loro vanno elaborate e realizzate le strategie per ridare ai cittadini della sibaritide il diritto alla salute”.
RosanoFutura ha illustrato, durante l’incontro, in via prioritaria, le questioni del ripristino funzionale dei servizi “oggi assolutamente inadeguati per ritardi nei lavori (vedasi laboratorio di analisi e risonanza magnetica), per pessima gestione dei reparti, ridotti ormai a semplici e discontinui ambulatori antimeridiani (vedasi otorinolaringoiatria), per carenza di personale medico ed infermieristico (vedasi pediatria e chirurgia)”.
Al riguardo RossanoFutura elaborerà una dettagliata proposta anche relativa alla necessaria ed indifferibile integrazione con i servizi territoriali, che sarà inoltrata al Direttore Generale il quale, nel confermare molte delle criticità segnalate, ha espresso ampia disponibilità al confronto.
“E’ partendo dalla quotidianità degli utenti e non dalle necessità, spesso personali, di taluni primari, che si deve affrontare subito il problema per il quale i Gruppi di opposizione hanno chiesto la convocazione del Consiglio Comunale. Gli inutili ed infantili trionfalismi – avanzano Tonino Caracciolo e Marinella Grillo – appartengono a soggetti adusi alla demagogia ai quali nulla importa della continua dequalificazione dei due ospedali di Rossano e Corigliano. Date le notizie assunte RossanoFutura, nell’esprimere soddisfazione circa le assicurazione del Presidente della Giunta regionale e del Direttore Generale del’ASP in ordine alla intoccabilità dell’Ospedale Spoke, manifesta la sua grande preoccupazione – terminano i due consiglieri comunali di opposizione – in ordine alla persistenti criticità circa la costruzione del nuovo Ospedale derivanti dalla traversie giudiziarie della Tecnis Spa in liquidazione giudiziale”.

Gruppo Consiliare RossanoFutura

(fonte: comunicato stampa)

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*