Home / Breaking News / Sanità, l’affondo del Nuovo Centrodestra

Sanità, l’affondo del Nuovo Centrodestra

sanitàSanità, alcune questioni afferenti l’offerta nella piana di Sibari. Il dissesto idrogeologico esistente nel territorio coriglianese. Gli eventuali vantaggi derivanti dalla prospettata fusione tra Corigliano e Rossano. Questi i temi al centro di una riunione tenutasi ieri presso la sede provinciale del Ncd (nuovo centro destra). Convocata dal segretario, Gianfranco Leone, erano presenti tra gli altri, il Sottosegretario alle Attività Produttive, Antonio Gentile e i consiglieri comunali di Corigliano, Giampiero Dardano, Elvira Campana e Giorgio Triolo.
“Fra i temi affrontati l’organizzazione sul territorio jonico del Movimento Moderato Popolare per l’Italia in fase di neo formazione. Quindi il problema sanitario locale circa la difesa del presidio Ospedaliero della Sibaritide.

SANITA’, MARGINALIZZAZIONE DELL’AREA DI CORIGLIANO

Per sapere le ragioni dell’ inspiegabile ritardo per l’inizio dei lavori dell’opera, il Movimento chiederà nei prossimi giorni un incontro urgente al commissario Scura ed al suo vice Urbani. Poi scongiurare la chiusura dei reparti di Chirurgia e Neurologia. Al fine di evitare la marginalizzazione dell’area di Corigliano dalla sanità provinciale. Il movimento ha chiesto al senatore Gentile di valutare concretamente la possibilità. E gli eventuali vantaggi della conurbazione tra Corigliano e Rossano. Infine il dissesto idrogeologico del territorio coriglianese. Una priorità assoluta in quanto il fiume Crati, i torrenti Malfrancato, Gennarito e Missionante, che sfociano nel mare Jonio vanno monitorati e salvaguardati. Con interventi mirati per arrestare il dissesto idrogeologico di tutta la zona”.

Frattanto il Movimento, ha nominato Giampiero Dardano commissario e Giorgio Triolo vice Commissario. E prossimamente si riunirà per affrontare le problematiche dell’area Corigliano-Rossano a partire dalle prossime elezioni provinciali. Che vedono come candidata alla Provincia per Corigliano, Elvira Campana.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenta

commenti