Home / Attualità / Sanità, Filomena Greco: «Bene riflettori su vergogna Calabria»

Sanità, Filomena Greco: «Bene riflettori su vergogna Calabria»

Il Sindaco di Cariati continua a sostenere la riapertura degli Ospedali e aggiunge: «L’Inchiesta giornalistica si aggiunge a nostro impegno»

Al netto delle negatività che purtroppo stanno comunque prevalendo, non possiamo che prendere atto con soddisfazione dell’attenzione mediatica nazionale che sta di fatto contribuendo a fare ulteriore luce sulla vergogna dell’emergenza sanitaria di questa terra di cui la chiusura degli ospedali, come quello di Cariati, è forse il pezzo più inaccettabile per uno Stato di diritto.

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco che prendendo atto della notizia diffusa nella serata di oggi relativamente al parere favorevole sulla riapertura degli ospedali chiusi a supporto dei presidi che soffrono maggiormente l’emergenza in atto che sarebbe stato espresso dal Ministero della Salute, ribadisce che l’impegno dell’Amministrazione Comunale continuerà ad essere quello di promuovere la riapertura definitiva dell’ex ospedale di Cariati e non solo per l’emergenza Covid.

In questa direzione – sottolinea la Greco – si muove lo storico e documentato impegno dimostrato sin dal nostro insediamento insieme a tutte le comunità ed ai colleghi Sindaci del territorio del basso ionio cosentino, dell’alto crotonese e dell’entroterra della Sila Greca, sia per denunciare a tutti i livelli ed in tutte le sedi l’ingiusta, scriteriata, illogica e intollerabile chiusura dell’Ospedale civile Vittorio Cosentino; sia per rivendicare, documenti alla mano ed a tutte le classi politiche e tecniche (i commissari) che si sono succedute in questi anni, la necessità di riaprire il suddetto strategico presidio di sanità pubblica senza il quale resta negato il fondamentale diritto alla salute.

Mi auguro, quindi – aggiunge il Primo Cittadino –  che anche il sostegno dell’inchiesta giornalistica indipendente e di qualità possa non soltanto amplificare in modo ancora più efficace l’esigenza di intere popolazioni che da anni lottano per vedersi finalmente riconosciuto, al pari di altre regioni, il diritto a potersi curare sul proprio territorio ma che possa trasmettere a quanti oggi rappresentano il Governo di questo Paese che il territorio e la Calabria sono unite come mai prima nella richiesta allo Stato del superamento della fallimentare stagione dei commissari, dell’azzeramento del debito sanitario accumulatosi e, senza se e senza ma, della riapertura degli ospedali pubblici chiusi, in primis quello di Cariati.


 

Commenta

commenti