Home / Attualità / San Giorgio Albanese: l’Unione Europea finanzia progetto Erasmus+

San Giorgio Albanese: l’Unione Europea finanzia progetto Erasmus+

San Giorgio AlbaneseL’Europa premia l’impegno dell’Amministrazione del Comune di San Giorgio Albanese, Provincia di Cosenza, finanziando il progetto presentato dalVice – Sindaco Sergio Esposito, a cui è stata conferita la Delega per l’Euro – progettazione, finalizzata proprio ad intercettare i fondi comunitari per gli scambi di giovanili.

Circa 60 progetti finanziati in tutta Italia ed il Comune di San Giorgio Albanese è riuscito ad ottenere il contributo dell’Unione Europea di 15.440,00 Euro, piazzandosi tra i primi posti grazie ad una valutazione di ben 68 punti.

Il giovane amministratore, che nei mesi scorsi era stato in visita a Bruxelles proprio per raggiungere l’obiettivo, non nasconde l’entusiasmo dichiarando: “Sono estremamente soddisfatto e felice per la nostra comunità! Grazie a questo, avremo la possibilità di confrontarci con realtà diverse per genere ed cultura”.

Il Progetto dal titolo “IN – Inclusive. Intercultural. Interactive” consiste in unoscambio culturale indirizzato ai giovani con un’età compresa tra i diciotto ed i venticinque anni, che interesserà partecipanti da cinque diversi Stati (Italia, Grecia, Turchia, Macedonia ed Estonia).

SAN GIORGIO ALBANESE

A San Giorgio arriverà un gruppo di 25 ragazzi con 5 group leader e la loro permanenza sarà di circa 2 settimane, verosimilmente nel mese di luglio 2017. Il progetto avrà come tematica principale, dunque, l’intercultura, ossia l’inclusione di minoranze linguistiche e/o culturali attraverso l’espressione musicale e teatrale ed un focus linguistico.

Dette attività saranno finalizzate a migliorare le competenze comunicative di tutti gli aderenti oltre all’apprendimento interculturale e delle capacità di problem – solving.

“Tutto questo – continua il Vice – Sindaco del Comune – inciderà positivamente sul nostro paese ed in particolar modo sui giovani, favorendone losviluppo personale e culturale. Invero, permetterà alla gioventù sangiorgese di confrontarsi con ragazzi provenienti da ambienti ed esperienze diverse e di costruire rapporti e legami con persone di altre città e nazioni.

Senza dimenticare la testimonianza di San Giorgio che giungerà in diverse parti d’Europa e che comporterà riscontri positivi sul turismo culturale e gastronomico del nostro borgo arberesh”.

Fonte: Sibarinet

Commenta

commenti