Home / Attualità / S. S. 106, appello a cittadini e media: “Ora tocca a noi denunciare”

S. S. 106, appello a cittadini e media: “Ora tocca a noi denunciare”

basta-vittime-sulla-statale-106L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ritiene doveroso sottolineare ed evidenziare la grande importanza rivestita dalla circolare inviata dal ministero dell’Interno a Prefetture, Questure, Carabinieri, Polizia e Finanza, la quale sostiene che: “Il reato ricorre in tutti i casi di omicidio che si sono consumati sulle strade… anche se il responsabile non è un conducente di veicolo. Infatti, le norme del Codice della strada disciplinano anche comportamenti posti a tutela della sicurezza stradale relativi alla manutenzione e costruzione delle strade e dei veicoli”.
L’importanza della circolare ministeriale unita all’articolo 14 del Codice della strada diventano insieme lo strumento che determina i “poteri e compiti degli enti proprietari delle strade” e quelle che sono le responsabilità che gli competono: “garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedendo: a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi b) al controllo tecnico della efficienza delle strade e relative pertinenze c) alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta”.
Pertanto le novità introdotte dalla nuova legge sull’omicidio stradale combinate con ciò che prevede il Codice della strada significano una cosa precisa: per non incorrere in guai giudiziari molto seri che prevedono perfino l’arresto, tutti i soggetti investiti dall’obbligo di curare al meglio le strade (oltre che i costruttori di auto) dovranno intensificare i loro interventi per evitare di incappare nell’accusa di omicidio colposo in caso di incidenti gravi avvenuti per i difetti evidenti delle strade o resi più gravi dalle carenze delle strade stesse.

L’Associazione, al fine di rendere più chiara l’importanza di quanto detto, assume come esempio il ragazzo ubriaco che alle prime luci dell’alba entra in auto e guida al volante dopo la discoteca. Se questo, in completa assenza di lucidità, perde il controllo della vettura originando un sinistro con vittime e feriti è possibile stabilire, qualora si riesca a dimostrare, che l’entità del danno in una certa percentuale è ascrivibile anche alla strada se questa non è perfettamente mantenuta, pulita, arredata in modo pertinente con le opportune segnalazioni, ecc.
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” in conclusione invita tutti i cittadini, che purtroppo saranno coinvolti in sinistri gravi e meno gravi sulla S.S.106 jonica Calabrese, ad affidare immediatamente il mandato per la tutela esclusiva dei propri diritti al proprio legale di fiducia al fine di verificare, se esistono, delle responsabilità ascrivibili all’ente proprietario e/o gestore della strada in modo da perseguire l’assoluto rispetto della legge che da oggi sulle strade non può più essere violato in alcun modo! Non farlo significherebbe essere complici silenziosi ed indifferenti di ciò che è successo ad ognuno di noi ma, soprattutto, di ciò che potrebbe accadere ad altri.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*