Home / Attualità / Ryanair, nuove rotte aeree in Calabria

Ryanair, nuove rotte aeree in Calabria

ryanairOggi si è tenuto un incontro tra lo stesso Presidente Oliverio ed i vertici di Ryanair a Dublino. Per valutare i programmi della compagnia aerea che è collegata già con l’aeroporto di Lamezia Terme. E, fino a ottobre scorso, con l’aeroporto di Crotone. Nel corso dell’incontro, il Presidente Oliverio ha illustrato i programmi della Regione per potenziare le rotte ed i voli tra la Calabria ed il resto del Paese e dell’Europa. In questo quadro è in via di pubblicazione un apposito avviso pubblico. Rivolto alle compagnie aeree che intendono istituire o rafforzare i collegamenti con la Calabria. In particolare, il Presidente Oliverio ha chiesto la possibilità di attivare collegamenti tra l’aeroporto di Crotone con il resto del Paese e destinazioni internazionali. Anche per quanto riguarda l’aeroporto di Reggio Calabria, Oliverio ha chiesto di evidenziare concretamente quali possono essere le eventuali soluzioni. Al fine di superare le criticità tecniche emerse in passato.

RYANAIR DISPONIBILE A RAFFORZARE LA SUA PRESENZA IN CALABRIA

Per quanto riguarda l’aeroporto di Lamezia Terme, Oliverio ha evidenziato la volontà della Regione di allargare le opportunità di collegamento. Attraverso la istituzione di nuove rotte con altre destinazioni europee e nazionali. E la possibilità di evitare la disattivazione dei voli verso la Capitale. Dal canto suo Ryanair ha offerto piena disponibilità a rafforzare la sua presenza in Calabria. E si è resa disponibile a presentare un piano di valorizzazione e rafforzamento di tutto il sistema aeroportuale calabrese. Nei prossimi giorni sulla base delle necessarie verifiche tecniche i vertici di Ryanair  si sono impegnati  a dare risposte puntuali.

OLIVERIO: METTERE CROTONE NELLE CONDIZIONI DI RIPRENDERE L’ATTIVITA’

“Il nostro obiettivo – ha affermato il Presidente della Giunta regionale – è quello di rafforzare l’accessibilità alla nostra regione. Attraverso un sistema di collegamenti aerei che consentano di rompere la perifericità e l’isolamento. E di fare esprimere pienamente le potenzialità turistiche  di una terra che sta progressivamente recuperando  la sua forza attrattiva sui mercati nazionali, europei ed internazionali. Per questo intendiamo lavorare  a 360 gradi. Affinché le compagnie interessate possano valutare programmi che abbiamo messo in campo anche attraverso appositi bandi che sono in via di pubblicazione”.

“In questo quadro riteniamo irrinunciabile il rilancio  delle tre strutture aeroportuali di Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone. In particolare, riteniamo che l’aeroporto di Crotone  debba essere messo  nella condizione di riprendere l’attività prima della stagione estiva. E, a tal proposito, è necessario un impegno unitario di tutte le istituzioni. Mettendo da parte  e superando ogni possibile ostacolo”.

 

Commenti
Inline
Inline