Home / Breaking News / Rsu Corigliano: “Assoluto silenzio dei rappresentanti della Pubblica Amministrazione”

Rsu Corigliano: “Assoluto silenzio dei rappresentanti della Pubblica Amministrazione”

rsuGiorno 12 maggio 2015 si sono riuniti i componenti la RSU del Comune di Corigliano Calabro per esaminare le varie problematiche che interessano il personale dell’Ente. Nel corso della riunione è emerso in maniera chiara il disagio che i rappresentanti sindacali dei lavoratori del Comune avvertono sin dalla loro elezione, avvenuta lo scorso 5 marzo, a causa dell’atteggiamento sin qui tenuto dalla parte pubblica. Nonostante gli inviti che la RSU più volte ha inviato al Presidente della Delegazione Trattante e all’Amministrazione Comunale, affinché si potesse avviare una nuova e proficua fase delle relazioni sindacali purtroppo, fin qui, la RSU deve registrare con amarezza e incredulità l’assoluto e assordante silenzio da parte dei rappresentanti della Pubblica Amministrazione. Francamente non si riesce a comprendere questo atteggiamento di completa disattenzione verso i rappresentanti sindacali di tutti i lavoratori comunali. Eppure le richieste formulate fin qui hanno riguardato: la disponibilità di idonei locali adeguatamente arredati e con la dotazione di una postazione informatica per lo svolgimento delle attività connesse alle RSU; idoneo numero di bacheche affisse sui posti di lavoro e di uno spazio riservato alla pubblicazione sul sito informatico del Comune, così per come previsto dagli artt. 25 e 27 della Legge 300 del 1970. Avevamo richiesto, inoltre, di fissare, nell’immediato, un incontro al fine di fare il punto della situazione sulla contrattazione riguardante il fondo per il salario accessorio e discutere sulla eventualità di nuova ipotesi di contratto decentrato. Ebbene la parte pubblica ha mostrato solo un ingiustificato, mortificante e preoccupante silenzio. Noi componenti della RSU ci chiediamo: questo atteggiamento deve essere interpretato come un comportamento di supponenza nei nostri confronti ? Vuole essere un chiaro segnale di rottura dei rapporti sindacali ? Oppure deve essere interpretato come un semplice atto di disattenzione momentanea perché la parte pubblica è stata assorbita da altri problemi ? E’ certo comunque che questo atteggiamento di disattenzione nei confronti dei rappresentanti sindacali dei lavoratori non può e non deve durare oltre. Infatti è ferma intenzione della RSU attendere risposte dalla parte pubblica entro 15 giorni,  i quali decorsi inutilmente si vedranno costretti ad intraprendere, loro malgrado, iniziative di lotta non escludendo la possibilità di interessare di questo stato di cose le Autorità preposte. La RSU ritiene che il suo ruolo, sancito dalle leggi dello Stato, non può essere discriminato, disatteso e negato dalla parte pubblica del Comune di Corigliano.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria del Comune di Corigliano Calabro

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*