Home / Attualità / Il Rotary Rossano Bisantium e i Tesori della Danza in spettacolo

Il Rotary Rossano Bisantium e i Tesori della Danza in spettacolo

Presso il teatro Amantea Paolella, nel centro storico dell’area urbana di Rossano, grande serata di beneficienza organizzata dal Rotary Club “Rossano Bisantium”, finalizzata alla raccolta fondi per sostenere il progetto strategico del Rotary di “sdradicare la Polio” con l’eradicazione del virus e la sconfitta definitiva della malattia

Con il presidente Enrico Iemboli ed i soci del Club, anche il presidente della Commissione Distrettuale della Rotary Foundation Alfredo Focà, già governatore del distretto, che è rimasto affascinato dalle esibizioni degli allievi di Margherita Mingrone, direttrice del Centro Educazione e Formazione alla Danza, una delle migliori scuole d’Europa e vanto della città.

«Poter celebrare una serata importante con i ragazzi della scuola di danza di Margherita Mingrone ha per noi rotaryani e per il nostro Club un immenso valore, ci onora profondamente e ci permette di proseguire sulla strada dell’impegno sociale ed essere di aiuto ai ceti deboli e adoperarci perché la pace prevalga sui conflitti» -ha esordito il presidente Iemboli, il quale ha altresì affermato che «la serata di beneficienza contro l’eradicazione della polio, alla sua seconda edizione (la prima fu fatta dal Club con la presidenza di Davide Froio)  è stata resa possibile dalla collaborazione spontanea e volontaria della scuola di danza, la direttrice Mingrone in primis, che ha messo a disposizione del progetto i suoi allievi che si sono meravigliosamente esibiti sul palcoscenico del teatro, gremito fino al massimo della capienza».

Commosso il Presidente Focà, il quale ha ringraziato il club rotariano Rossano Bisantium per avere accolto l’invito del Presidente della Rotary International, Mark Daniel Maloney, a organizzare iniziative per sostenere la battaglia per la vaccinazione anti-polio iniziata 35 anni fa.

La Fondazione Rotary raccoglie fondi ed accetta donazioni che trasforma in progetti umanitari con impatto positivo a lungo termine.

Il Rotary, ha riferito Focà, provvede a prevenire la diffusione delle malattie più importanti come la polio, HIV/AIDS e la malaria; si adopera per la protezione delle madri e dei bambini che muoiono a causa della malnutrizione e scarsa assistenza sanitaria; si adopera per la promozione della pace; forma  adulti e ragazzi ad essere leader affinchè si impegnino a loro volta a prevenire e negoziare i conflitti e aiutare le popolazioni dalle aree di guerra; fornisce acqua potabile alle popolazioni che ne sono privi, costruisce scuole e strutture in ogni posto del mondo dove non ci sono.

La direttrice della scuola di danza Margherita Mingrone, soddisfatta per avere aderito al progetto del Rotary e di avere volentieri accettato di collaborare con il Club Rossano Bisantium perché ne condivide il concetto di amicizia e di servizio che sono, a suo dire: «la ragione d’essere del rotary ma che applica anche lei tutti i giorni attraverso il suo Centro di Educazione e Formazione alla Danza, affinchè cresca e maturi in ogni persona e cittadino una maggiore responsabilità sociale».

Fatte le dovute introduzioni, protagonisti sono stati gli allievi. I primi tre livelli, principianti, intermedio e avanzato, si sono esibiti nel quadro dal titolo “Storia di un pregiudizio”, con le coreografie di Alice Celestino.  A seguire, con le coreografie di Margherita Mingroine, il 3° grado ha eseguito alcuni classici come minuetto, suite d’archi, Guglielmo Tell, valzer dei fiori. Infine, gli allievi dal 4° all’8° corso, con le coreografie di Vanessa Parrilla e Alice Celestino,  hanno eseguito balli moderni che sono molto piaciuti al pubblico giovanile presente.


Commenta

commenti