Home / Breaking News / Rossano, Zagarese: “Sintesi su di me”

Rossano, Zagarese: “Sintesi su di me”

Giovanni Zagarese

Giovanni Zagarese

Avvocato Zagarese, sciolte le riserve, ha deciso di candidarsi nella lista del Pd. Sarà l’unico rappresentante “dem” in competizione dall’area urbana. Un ulteriore attestato di stima alla sua esperienza politica.

«Credo che il partito, se gli organi provinciali ratificheranno la decisione, abbia svolto una considerazione politica sulla necessità di far cessare una pratica deteriore che ha spogliato il territorio: dividere per vanificare la rappresentanza locale. Un vezzo diffuso, una mortificazione per la Piana di Sibari e per l’area urbana, prede entrambi di razzie elettorali, cui hanno fatto seguito decisioni gravissime. Il Tribunale in primo luogo, poi la sanità, la chiusura degli ospedali di “prossimità”, mortificando anziani e fasce più deboli. Le infrastrutture, con miliardi di euro che ritornano in Europa e noi costretti a parlare ancora di ss 106, metro leggera, strada Sila-Mare ecc. Con un’area urbana, la cui costituzione si perde nel tempo, mai decollata realmente, pur se inserita in documenti di programmazione provinciali, regionali e nazionali. Insomma non è in gioco il destino politico di Giovanni Zagarese, ma l’avvio di una stagione politica di “risarcimento” per l’intera area. Il prossimo governo regionale a guida Mario Oliverio, saprà tenere in debito conto le distrazioni della destra, le politiche scellerate portate avanti da quei personaggi che oggi addebitano a Scopelliti responsabilità anche proprie».

A suo giudizio, quali le priorità di intervento di una prossima azione amministrativa?

«Ho indicato i punti caldi di una vertenza territorio che andrà aperta, temporizzata in un cronoprogramma serio che il presidente Oliverio ha già annunciato per grandi linee nelle recenti primarie. Io posso mettere a disposizione la mia esperienza in qualità di assessore all’Area urbana. Ricordare che esiste per Rossano un Piano strategico con progetti bandiera per i prossimi 20 anni, miseramente finito in un casseto. Posso ricordare il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, voluto da Mario Oliverio, ed approvato dalla Provincia. Insomma, da questo territorio non partirà una segnalazione parolaia, ma uno slogan chiaro: “Ridiamo alla Piana di Sibari ciò che le è stato scippato”. Le grandi filiere del turismo e dell’agricoltura, miseramente in ginocchio e subalterne ad aree di minore attrattiva ma servite da aeroporti, autostrade e ferrovie. Su questi temi si gioca lo sviluppo o il definitivo tracollo dell’area urbana. Siamo stati sollecitati ad una sfida da quanti non credevano nella capacità di questo territorio di fare sintesi e di esprimere un candidato unico. Con gli amici di Corigliano abbiamo raccolto e vinto quella sfida: la mia designazione è il risultato a conclusione di un sereno ed articolato dibattito sulla costruzione di un progetto territoriale nel quale crediamo e vogliamo impegnarci, a dispetto di quanti volevano, ed ancor di più ora, vogliono dividerci».

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*