Home / Attualità / Rossano, tre progetti per consolidamento idrogeologico

Rossano, tre progetti per consolidamento idrogeologico

COMUNICATO STAMPA

antoniottiInterventi di consolidamento del territorio e prevenzione dal rischio dissesto. Pronti tre nuovi progetti, per avere accesso a finanziamenti da parte del Ministero dell’Ambiente, per la messa in sicurezza di alcune aree cittadine che, a seguito dell’alluvione dello scorso Agosto, hanno subito un ulteriore aggravamento delle condizioni idrogeologiche. Si tratta del movimento franoso di località Pantasima che interessa la strada provinciale 188 e l’acquedotto comunale del Centro storico e del consolidamento delle frane di Acqua del Fico – Ceradonna e di Villaggio Santa Chiara.
La Regione Calabria ha invitato tutti i Comuni della Calabria e gli altri Enti territoriali a trasmettere l’aggiornamento dei progetti di mitigazione del rischio idrogeologico nella banca dati Rendis del Ministero dell’Ambiente o di nuovi progetti relativi a recenti situazioni di rischio, finalizzati alla richiesta di finanziamento. Fiducioso il sindaco Giuseppe Antoniotti.
Abbiamo presentato alla Regione tre nuovi progetti – dichiara il Primo cittadino – così da poter chiedere al Ministero dell’Ambiente l’accesso ad un finanziamento. Sono state individuate le aree con maggiori criticità e pericolo per l’incolumità pubblica, due nel Centro storico e una nella vallata del torrente Acqua del Fico. È una buona opportunità per cercare di mettere in cantiere lavori destinati al consolidamento di queste zone, già di per sé precarie sotto il profilo idrogeologico e che hanno subito ulteriori e gravi danni nel corso dell’alluvione. Queste tre opere, inoltre, si aggiungono ad altri due progetti, che riguardano l’irrobustimento dei costoni di Rupe San Nilo -Traforo e Via Minnicelli, già presentati da tempo al Ministero ed in attesa di essere finanziati. Tali interventi – conclude Antoniotti – sono aggiuntivi rispetto ai lavori previsti nell’ambito della fase emergenziale, in capo alla Protezione civile regionale, molti dei quali già in cantiere, che probabilmente non avremmo mai potuto programmare se non avessimo avuto accesso a questa misura.
Ecco gli interventi per i quali è stato chiesto il finanziamento. Frana località Pantasima, lungo la provinciale 188 e in prossimità dell’acquedotto comunale che alimenta il Centro storico. I lavori consistono nella costruzione di una paratia in cemento armato che sarà realizzata in prossimità dell’area antistante la chiesa di S. Bartolomeo, con la ricomposizione del versante franato attraverso la posa di terreno vegetale del versante. Inoltre, sarà ripristinato il manto stradale e la cunetta per la raccolta delle acque piovane. – Consolidamento frana in località Acqua del Fico.

Si tratta di lavori di assestamento e messa in sicurezza dei versanti collinari circostanti le strade comunali Cozzo Pirillo, Ceradonna, Aria dei Santi e Gatto Soprano, per una lunghezza complessiva della rete viaria di circa 12 Km. Nei lavori sono previsti la rimozione dei volumi rocciosi instabili, la riprofilatura della scarpate, l’installazione di gabbionate e barriere paramassi per protezione, la ricostruzione della rete stradale con arretramento verso monte per i tratti andati completamente distrutti, la regimazione delle acque piovane con cunette e tombini, i muretti di sostegno, il ripristino del manto stradale e la posa in opera di barriere di sicurezza stradale. – Consolidamento frana Villaggio S. Chiara. I lavori previsti sono la realizzazione di un muro di sostegno al piede della scarpata ed un altro di mezza costa, la sistemazione del versante con disgaggio dei massi pericolanti e protezione corticale, la regimazione delle acque piovane ed il ripristino del manto stradale.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*