Home / Attualità / Rossano: sociale, parte l’assistenza domiciliare

Rossano: sociale, parte l’assistenza domiciliare

Il Comune di Rossano

Il Comune di Rossano

Sostegno alla disabilità. L’amministrazione comunale ha pubblicato l’Avviso per l’accesso al Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) rivolto alle persone non autosufficienti infrasessantacinquenni, per favorire la permanenza nel proprio ambiente familiare ed evitare qualsiasi forma di emarginazione. La prestazione avrà la durata di 12 mesi, gestita dall’ATI “Consorzio 45 – Cooperativa Rossano Solidale” e sarà attuata in tutti i Comuni ricadenti nell’Ambito Territoriale del Distretto di Rossano: Crosia, Calopezzati, Caloveto, Cropalati, Longobucco e Paludi.
L’ufficio per le politiche sociali del Comune di Rossano, quale Ente capofila, ha avviato l’iter procedurale per la raccolta delle istanze che dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di residenza entro e non oltre il 10 Aprile 2015.
Il Servizio consiste in prestazioni di carattere socio-assistenziale, erogate presso il proprio domicilio. L’assistenza prevede preparazione e somministrazione pasti, prestazioni para-infermieristiche di semplice attuazione e prestazioni per il sostegno relazionale. Le prestazioni sono riservate alle persone infrasessantacinquenni, non autosufficienti che siano cittadini italiani o comunitari residenti in Italia, o cittadini extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; residenti nei Comuni ricadenti nell’Ambito Territoriale del Distretto di Rossano (Calopezzati, Caloveto, Cropalati, Crosia, Longobucco, Paludi e Rossano); in condizione di non autosufficienza attestata da Certificazione di Handicap (Legge 104, art. 3 Comma 3) oppure certificazione di invalidità civile pari al 100% e indennità di accompagnamento riconosciuta dalla Commissione Invalidi Civili Competente.
L’accesso al servizio avviene a seguito di presentazione di domanda (redatta su predisposto modello disponibile presso ogni Comune) da parte della persona interessata o da un proprio familiare o da un rappresentante legale o da parte di istituzioni, servizi sociali e sanitari che per la loro attività vengono a contatto con la persona in stato di bisogno. Alla domanda dovranno essere allegati la copia del documento di riconoscimento, il Codice Fiscale, la Certificazione attestante la condizione di non autosufficienza, l’Attestazione ISEE, rilasciata nell’anno 2015.
Le domande dovranno essere inoltrate all’Ufficio Protocollo del Comune di residenza entro e non oltre il 10 Aprile 2015.
Nel caso in cui il numero delle domande risultasse superiore alla possibilità ricettiva del servizio, si procederà alla formazione di una graduatoria, redatta dall’ATI “Consorzio 45 – Cooperativa “Rossano Solidale”, quale Ente Gestore del Servizio sulla base dei criteri di bisogno Assistenziale accertato da apposita scheda di valutazione, situazione economica risultante dall’Attestazione ISEE e disagio familiare. – Per ulteriori informazioni e per il ritiro del modello di domanda, gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Residenza.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*