Home / Attualità / Rossano, partiti i lavori per le nuove infrastrutture del centro storico

Rossano, partiti i lavori per le nuove infrastrutture del centro storico

PROGETTOANFITEATRO-010814Nuove infrastrutture a servizio della cultura e del turismo di Rossano Città d’Arte. Nel Centro storico aprono, contemporaneamente, i cantieri per la riqualificazione dell’Anfiteatro e per la realizzazione del nuovo parcheggio di località Sant’Antonio. I lavori per le due opere procederanno di pari passo per consentirne, così, l’ultimazione e la consequenziale messa a regime simultanea. Entro l’estate 2015 i due impianti saranno fruibili dagli utenti. Anche in questo caso si tratta di due Piani integrati di sviluppo urbano, varati negli anni scorsi, che sono stati rivisti e corretti con degli accorgimenti migliorativi che ne garantiranno una più ampia e adeguata fruizione. È quanto fanno sapere, soddisfatti, il Sindaco Giuseppe Antoniotti e l’assessore ai Lavori pubblici, Guglielmo Caputo.
Abbiamo mantenuto una promessa con i nostri concittadini – dichiara il Sindaco Antoniotti – che dal prossimo anno usufruiranno a pieno del nuovo Anfiteatro comunale Maria De Rosis, con a supporto una serie di servizi, tra i quali il parcheggio Sant’Antonio, che lo renderanno, sicuramente, uno dei luoghi culturali e di spettacolo più importanti e nevralgici del territorio dell’Area urbana e della Sibaritide. Grazie alla possibilità di aver potuto migliorare il progetto, che era stato partorito nel passato dai Governi di centro destra e rivisto dalla scorsa Amministrazione di centro sinistra, l’Anfiteatro ora avrà una connotazione logistica massimamente funzionale. Questo – prosegue il Sindaco – con l’ampliamento della capacità ricettiva, sia per gli spettatori che per il parterre degli artisti che potranno contare su una location adeguata per i grandi eventi.
Nei giorni scorsi – aggiunge l’assessore Guglielmo Caputo – sono stati avviati i lavori di ampliamento del nuovo Anfiteatro e del parcheggio di Sant’Antonio. Una coincidenza non casuale perché vogliamo che entrambe le opere siano ultimate contemporaneamente in modo da offrire un servizio completo e soddisfacente. Ma soprattutto per non creare le solite cattedrali nel deserto, monche di servizi. Con la programmazione di eventi di grande qualità, già a partire dalla prossima estate 2015, visitatori e utenti di quello che sarà un vero e proprio polo culturale – conclude Caputo – potranno giungere a Rossano ed accedere al Centro storico e all’area spettacoli comodamente a piedi, parcheggiando le loro autovetture fuori dal centro abitato ed evitando, così, ingorghi e disagi.
Anfiteatro e nuovo parcheggio, insieme alle diverse piccole e grandi opere avviate o in procinto di essere messe in cantiere nel Centro storico, rappresenteranno, sicuramente, un polo di servizi innovativo con una connotazione extraterritoriale. Anfiteatro. L’emiciclo delle tribune sarà ingrandito con la realizzazione di tre gradinate, due laterali e una centrale che consentiranno di ospitare, nel totale, circa 3000 posti a sedere, con seggiolini che richiameranno il tricolore italiano. All’apice della cavea sarà installata una cabina di regia necessaria per grandi strutture artistiche. Anche il palcoscenico, le quinte e la ribalta saranno ingrandite. Saranno, inoltre, rimodulati gli ingressi, che saranno due, con rispettive biglietterie: uno a monte da località Sant’Antonio, l’altro dalla ex statale 177, dal quale si avrà accesso ad un’area parcheggio di a servizio. Parcheggio Sant’Antonio. La proposta migliorativa apportata, così come è stato fatto per l’Anfiteatro, dall’Amministrazione Antoniotti, prevede la disposizione dei parcheggi su due livelli per una capienza totale di circa 150 posti oltre a tre posti bus per sosta o fermata (a questi si aggiungano gli stalli turistici già presenti in località Traforo). L’accesso sarà realizzato lungo la circonvallazione del Centro storico (bretella ex statale 177).
L’intera struttura sarà servita da un imponente sistema tecnologico. Attraverso badge, casse automatiche e segnalatori luminosi, che serviranno per la regolare fruizione dell’area, per il pagamento della sosta parking e per l’utilizzo dell’ascensore. Un elevatore, questo, di grandi dimensioni ma studiato per avere un minimo impatto ambientale, che consentirà di colmare il dislivello, di circa 30 metri, tra l’area parcheggio e località Sant’Antonio. La “torre” sarà schermata tramite elementi d’acciaio che ne garantiranno una forma piacevoli ed una consistenza solida. All’interno saranno installati, appunto, gli ascensori per una portata di undici persone, e le scale di servizio. Al piano terra sanno allocati i servizi igienici, una sala di controllo e le casse automatiche per il pagamento del parcheggio. Il collegamento, infine, tra la torre e viale S. Antonio, avverrà tramite una passerella anch’essa in acciaio.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*